Idi, il Cardinal Versaldi è il nuovo commissario

0
22

 

Ealla fine è intervenuto il vertice della Santa Sede che ieri ha nominato il cardinale vercellese Giuseppe Versaldi, 69 anni, presidente della Prefettura della Santa Sede per gli affari economici.

Dopo mesi di proteste di lavoratori e sindacati e una situazione difficilissima da sciogliere, con i tagli dell’ex commissario Bondi già applicati, l’assenza di un vero interlocutore in Regione fino all’esito delle prossime elezioni e una situazione finanziaria disastrosa, il Vaticano ha deciso di nominare Versaldi nel ruolo di delegato pontificio con il compito di prendere le redini della Congregazione dei Figli dell’Immacolata Concezione (che gestisce l'Idi, l’ospedale San Carlo e le cliniche come Villa Paola) per «indirizzare le strutture sanitarie da esso gestiste verso un possibile risanamento economico, escludendo tuttavia la partecipazione della Santa Sede in tali opere». 

::Articolo Correlato:: L’Idi scrive al Vaticano | Licenziamenti confermati

La precisazione non è da poco, e mostra tutta la delicatezza di una situazione finanziaria complessa, anche se la nomina di Versaldi sembra porre in essere i presupposti per realizzare le ipotesi di salvataggio dell’ente ipotizzate sin dallo scorso luglio dall’attuale presidenza dell’Idi.

Come si sia arrivati allo sfascio attuale è oggetto di un’inchiesta in corso da parte della Procura, ma è noto che la gestione di padre Decaminada avrebbe causato un buco di bilancio di 600 milioni, fatto di spese senza controllo e debiti con istituti di credito e fornitori. Finora la risposta della Congregazione è stata soltanto l’annunciato licenziamento delle famiglie coinvolte dai tagli.

Una flebile speranza è arrivata a fine 2012 dal recente sblocco dei fondi regionali, ma neanche questo provvedimento è riuscito a far pagare tutti gli stipendi arretrati dei lavoratori, che proseguono la protesta sostenuti dai sindacati e continuano a lavorare gratuitamente per tenere in vita l’ospedale in cui lavorano da anni.

Ora arriva Versaldi, esperto di diritto canonico (è stato nominato nel 2007 giudice presso il supremo tribunale della Segnatura apostolica) fedelissimo di Bertone sin dai tempi della sua esperienza nella Diocesi di Vercelli (vicario generale dal 1994 al 2007) negli anni in cui fu vescovo lo stesso Bertone.

Alla Prefettura degli Affari economici della Santa Sede dal settembre 2011, Versaldi era stato fatto fatto Vescovo di Alessandria nell’aprile del 2007 ed è poi stato nominato Cardinale dal Papa un anno fa.

La notizia della nomina è stata accolta con sollievo generale da tutte le istituzioni che hanno seguito in questi mesi la vicenda a partire dall’associazione dei medici degli ospedali religiosi Anmirs, secondo i quali «l’intervento della Santa Sede giunge infatti in uno dei momenti più drammatici per la sanità classificata del Lazio». I sindacati Fp Cgil, Cisl Fp, Uil Fpl, Ugl Sanità chiedono a Versaldi «come primo atto di discontinuità il ritiro dei licenziamenti e l’apertura di un confronto per superare la crisi in cui versano l’IDI e San Carlo» e «rimangono disponibili a trovare le soluzioni che risolvano la crisi economica ma che al contempo salvaguardino i 1500 lavoratori che in questi mesi, ricordiamo, hanno garantito i servizi ai cittadini e la sopravvivenza dell’IDI».

Soddisfazione anche dai candidati alle regionali Storace e Zingaretti. Per quest’ultimo «era condizione indispensabile quella di avere un interlocutore autorevole e riconosciuto ».

cinque