Fiorito: “I soldi? Li ho solo spostati. Mi hanno anche proposto l’Europa”

0
44
 

Franco Fiorito, ex capogruppo Pdl alla Regione Lazio, accusato di peculato e condannato dal gup di Roma a 3 anni e 4 mesi di reclusione, ieri pomeriggio è stato ospite della trasmoissione radiofonica “Un giorno da pecora” dove, con i conduttori Sabelli Fioretti e Lauro, ha raccontato la vicenda giudiziaria che lo ha riguardato, il suo presente e il suo futuro. Che fine ha fatto la sua celebre jeep?

Le e' stata definitivamente sequestrata? «Da ieri ho di nuovo la mia bellissima jeep- ha detto Fiorito – che mi avevano sequestrato, me l'hanno dovuta ridare perchè il giudice ha stabilito che era stata pagata con i miei soldi, con un assegno personale proveniente dal mio conto». Il suo aspetto fisico corpulento l'ha penalizzata? «Credo sia stato uno degli elementi che mi ha reso adatto al ruolo che mi hanno dato», ha risposto ancora. Perchè la sua stazza è un po’ il simbolo del “magna magna” della politica? «Perfetto. Credo di esser stato un target perfetto».

Si ricorda il momento del suo arresto? «Lo potete vedere in tutte le foto, sembrava una sfilata di moda. Prima di scendere di casa ci sono stati cinque minuti di preparazione, tutti con le pettorine. E c'era una donna, un bel maresciallo della Finanza, che si e' truccato cinque minuti a casa mia». E’ vero che ora si dedicherà a fare il filantropo? «No, quella era una battuta raffinata- ha chiarito Fiorito- perchè Bruce Wayne, il personaggio che si trasforma in Batman, faceva il filantropo». Allora si candiderà alle elezioni europee? «Non lo so, me lo hanno anche proposto. Ma non vi dico chi è stato».