Zingaretti scommette sul verde: prestiti agevolati e risorse per rinnovabili

0
71

Incentivare la produzione di energia da fonti rinnovabili per permettere al territorio di raggiungere una maggiore efficienza energetica con minori consumi. Questo l’obiettivo dei due nuovi bandi regionali presentati oggi dal presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti.

A pmi ed enti pubblici saranno destinati 75 milioni di euro di fondi europei per rendere la green economy “uno dei pilastri della nuova programmazione” perché “il vecchio modello di sviluppo della nostra Regione è superato e non produce più lavoro e sviluppo. Ora c’è bisogno di una svolta che non potrà che essere una svolta “verde”, e questi 75 milioni possono l’inizio di una vocazione possibile di una Regione che decide di intraprendere questa svolta”.

“Purtroppo – ha spiegato Zingaretti – abbiamo trovato tanti soldi che rischiavano di tornare a Bruxelles e sarebbe stato molto grave, ecco perché stiamo mettendo in campo un importante sforzo di recupero delle risorse della vecchia programmazione che scade a dicembre”.

Oggi, ha continuato il governatore, “destiniamo 75 milioni di euro di fondi europei su due grandi voci: imprese e comuni, verso la sostenibilità ambientale. Una cifra importante che ci auguriamo contribuisca a risollevare l’economia, mentre per noi è una doppia prova: utilizzare i fondi europei per lo sviluppo e non perdere risorse, e soprattutto scommettere sulla green economy, cioè su un nuovo modello di sviluppo del Lazio”.

Sempre in questa direzione, “oltre all’Agenda verde, stiamo lavorando alle linee guida del nuovo piano energetico, per l’utilizzo dei fondi per i distretti della green economy, e su una delibera di ‘green public procurement’, ossia di acquisti pubblici verdi, che contiamo di approvare prima della pausa estiva per dare il segnale di una Regione che cambia dando nuova energia alle pmi”.

Soddisfazione è stata espressa da Cristiana Avenali, direttrice di Legambiente Lazio e consigliera regionale del gruppo “Per il Lazio”: è la dimostrazione che “questa amministrazione crede davvero che sia possibile rilanciare l’economia preservando l’ambiente e compiendo investimenti importanti in uno sviluppo davvero diverso”.

“Il metodo di lavoro annunciato da Zingaretti – ha concluso Avenali – che prevede dal prossimo autunno un’effettiva concertazione con le associazioni, le rappresentanze dei cittadini ma anche dei territori e degli operatori, oltre a un ruolo attivo e propositivo del Consiglio e degli eletti, insieme alla volontà di procedere in questa direzione con tempi certi, rappresentano il modo giusto per cambiare il volto di questa Regione”.

È SUCCESSO OGGI...