Priebke fa cento anni, Marino dice no alla festa

0
26
 

«Faccio mio l’appello del presidente della comunità ebraica di Roma, Riccardo Pacifici e vigilerò personalmente affinché nessuna “festa” pubblica sia autorizzata in occasione dei 100 anni di Erich Priebke, l’ex ufficiale delle SS». Con queste parole il sindaco Marino ha ricordato che Roma è «medaglia s’oro alla resistenza» e posto termine alle polemiche scaturite alla vigilia del compleanno di Erich Priebke, il gerarca nazista che il 29 luglio prossimo compierà 100 anni e che sta scontando a Roma l’ergastolo ai domiciliari per l’eccidio delle Fosse Ardeatine.

«Un criminale di guerra non può essere festeggiato, alla memoria delle vittime del nazifascismo non si può mai derogare» aveva tuonato ieri la sezione romana dell’Associazione nazionale partigiani, l’Anpi. «Priebke rappresenta la responsabilità di tutte le stragi compiute in Italia, che hanno causato la morte di circa 15.000 persone».