Atac, si riparte con razionalizzazione e stipendi tagliati

0
31
 

Aria di risparmi in Atac. La nuova dirigenza da poco insediata sta prendendo le prime decisioni. Come quella dei dirigenti di abbassarsi la retribuzione del 10% in segno di solidarietà con l’azienda, mentre a livello organizzativo sono numerosi gli interventi di razionalizzazione e gli obiettivi di risparmio fissati dalla nuova dirigenza.

Per questo ieri il sindaco Marino ha espresso la sua approvazione verso questi primi provvedimenti. «Desidero ringraziare l’amministratore delegato di Atac, Danilo Broggi, e tutti i componenti del nuovo Cda dell’azienda – ha detto Marino per la disponibilità immediatamente offerta ad avviare un’attività di due diligence sui conti della società, in modo da poter acquisire un quadro preciso della situazione economica e delle priorità di intervento».

«Tra gli obiettivi prioritari di intervento ci sono il riequilibrio della posizione economico-finanziaria, la razionalizzazione dei costi, la semplificazione della struttura societaria, la riprogrammazione dei servizi all’utenza e il miglioramento delle relazioni industriali e sindacali. Plaudo inoltre alla decisione presa dalla quasi totalità dei dirigenti dell’azienda di ridurre la propria retribuzione lorda del 10% in ragione del momento di difficoltà vissuto dalla società. Parte da qui il lavoro di risanamento e rilancio dell’azienda del trasporto pubblico dei romani».