Sociale, Roma: 1,6 milioni per i malati di Sla

0
27
     

Sbloccati i fondi per l'assistenza domiciliare ai malati di Sclerosi laterale amiotrofica (Sla) di Roma. La Giunta, su proposta dell'assessorato al Sostegno sociale e sussidiarietà, ha approvato la delibera che integra con nuove risorse economiche, 1 milione e 600mila euro di fondi regionali, i servizi sociali per le famiglie dei malati di Sla residenti nel territorio comunale della capitale. 

Il progetto punta ad accrescere l'integrazione socio-sanitaria e favorirà il mantenimento della persona nel proprio ambiente familiare. Il paziente potrà usufruire dell'assistenza in forma diretta, indiretta e anche con un caregiver familiare, attraverso l'individuazione da parte dell'interessato di un familiare che si occupa dell'assistenza alla persona: una novità per la città di Roma.

«Il nostro impegno – ha commentato l'Assessore al Sostegno sociale Rita Cutini – è provare a fare dell'assistenza domiciliare per i malati di Sla un punto di partenza e un modello e una sperimentazione per altre forme di non autosufficienza».