Roma lotta contro l’usura. Ignazio Marino in prima linea

0
79

«L’aggravarsi della situazione economica del nostro Paese ha determinato, soprattutto negli ultimi anni, una crescita esponenziale dei fenomeni del sovraindebitamento e dell’usura. Gli ultimi dati aggiornati parlano di una crescita a Roma e nel Lazio del fenomeno usura del 158%». Così il sindaco di Roma, Ignazio Marino, aprendo il convegno ”Usura-strategie e mezzi per combatterla”.

L’incontro in Campidoglio è servito per fare il punto della situazione sul fenomeno e sugli strumenti per contrastarlo, a partire dalla riorganizzazione degli sportelli anti-usura. Oltre al sindaco erano presenti l”assessore alle Attività produttive, Marta Leonori, e il presidente della Comunità ebraica, Riccardo Pacifici. Marino ha ricordato che gli sportelli «saranno aperti in ognuno dei 15 municipi della città per fornire gratuitamente la consulenza di avvocati e tecnici per dialogare con le banche e con i privati titolari del credito».

«Insieme alla Regione, che sta lavorando ad una legge sul sovraindebitamento delle famiglie – ha detto ancora il primo cittadino – vogliamo dare una speranza ai giovani, assistendo quelli provenienti da famiglie disagiate che non trovano credito. Pensiamo poi ad un supporto per avviare delle start-up di permettere ai figli delle vittime dell’usura di potersi riscattare». Leonori ha poi aggiunto che «sarà un ufficio centrale a coordinare i vari sportelli e ad offrire la consulenza per le start up. Pensiamo anche all”uso di fondi europei da restituire a tassi agevolati».