Comune di Roma, caos sui moduli Tares. Ricorsi e lamentele

0
115

Un vero e proprio caos quello che si registra in queste ore a Roma sul fronte dei tributi. Numerosi cittadini stanno infatti rivolgendosi al Codacons per segnalare la mancata consegna dei moduli di pagamento della Tares presso le proprie abitazioni. Molti altri sono in preda all’incertezza e alla preoccupazione, considerata la data iniziale di scadenza del 16 gennaio, e moltissimi non sono a conoscenza del fatto che il pagamento può essere effettuato fino al 24 gennaio.

Ad aggravare la situazione di caos è la presenza di due moduli da pagare: il bollettino postale per la tariffa rifiuti e il modello F24 per i servizi indivisibili, di importo variabile e pari a 30 centesimi a metro quadro. Molti utenti non sanno che vanno pagati entrambi.

Il risultato è un vero e proprio caos negli uffici postali e informazioni della capitale. Stamattina ad esempio negli uffici Ama di via Capo D’Africa (vedi foto in pagina) si registravano lunghissime code.

«I cittadini sono abbandonati a loro stessi – attacca il Presidente Carlo Rienzi – Ciò che sta avvenendo a Roma è inverosimile, regna il panico e l’incertezza, e si moltiplicano i disagi per gli utenti. Fin da ora annunciamo battaglia legale contro qualsiasi interesse o maggiorazione che dovesse essere applicata a chi, a causa di tale situazione, effettuerà i pagamenti in ritardo».

«Il rischio concreto inoltre – prosegue Rienzi – è che molti cittadini, proprio a causa della carenza di informazioni certe, decidano di non pagare né il bollettino postale né il modello F24, con danni evidenti per le casse dell’Ama e per quelle dello Stato».
Il Codacons, per venire incontro alle esigenze dei contribuenti romani, ha aperto a Roma un apposito patronato che darà informazioni e assistenza in materia fiscale e tributaria. Per info e appuntamenti tel. 06/62284092

MODALITA’ DI PAGAMENTO

Il bollettino allegato al documento di pagamento tariffa può essere pagato con diverse modalità.

·                     On line, collegandosi a scrignopagofacile.it.

·                     Senza addebito di commissione: presso gli sportelli delle filiali della Banca Popolare di Sondrio (anche sportelli bancomat) e presso gli sportelli di qualsiasi altra banca;

·                     Con addebito di commissione: presso gli uffici postali; presso gli sportelli Ama (esclusivamente con Pos – circuito bancomat; carte di credito Visa e MasterCard. Non si accetta denaro contante); presso le ricevitorie SISAL-Superenalotto e Lottomatica autorizzate, utilizzando il codice a barre; con l’innovativo sistema WiW Mobile (Pay&Buy) dal telefono cellulare digitando il codice esercente 10003 (informazioni dettagliate all’indirizzo www.popso.it/wiw); con carta di credito circuito VISA, MasterCard o PayPal, telefonando al numero unico 199.151.166 senza scatto alla risposta (da rete fissa tariffa € 0,0836 al minuto, da rete mobile tariffa vigente applicata dal singolo gestore).

L’F24 per i servizi indivisibili, invece, può essere pagato presso gli sportelli bancari, postali o anche online collegandosi tramite internet con la propria banca. Nel caso in cui dovessero verificarsi problemi dovuti alla presenza della spunta sul campo “Saldo” per procedere comunque all’operazione è sufficiente togliere la spunta. Sia il sistema bancario che quello postale sono informati sulla corretta procedura da seguire per portare a termine l’operazione. Se invece si utilizza il Modello F24 unificato i dati riportati sul modello F24 semplificato devono essere riportati nel quadro “Imu e altri tributi locali” e non è necessario inserire il “numero identificativo operazione”.
RICEVI TUTTE LE NOTIZIE SUL COMUNE DI ROMA DIRETTAMENTE NELLA TUA MAIL

[wpmlsubscribe list=”8″]