Emergenza rifiuti, entro Pasqua la soluzione

0
100
Comune di Roma, le travi e le pagliuzze di Ignazio Marino e del Pd

«Ci rivedremo la settimana prossima dopo aver esaminato nel dettaglio la fattibilita” di tutti gli strumenti che abbiamo individuato: l”attuazione della legge 191, la requisizione in uso delle infrastrutture sottoposte a misure cautelari e altre ancora che abbiamo preso in esame”. Cosi” il ministro dell”Ambiente, Gian Luca Galletti, al termine della riunione sui rifiuti a Roma con il sindaco Ignazio Marino e il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti. “È stato un incontro franco- ha spiegato Galletti- Gli enti locali e la Regione sono venuti al ministero e hanno messo sul tavolo, da una parte una situazione eccezionale che si e” venuta a creare con il caso Cerroni, e dall”altra un progetto a lungo termine di risoluzione del problema dei rifiuti a Roma. Io ho preso atto di quello che loro mi hanno prospettato. Siamo entrati nel merito dell”eccezionalita” della situazione che si e” venuta a creare individuando alcuni strumenti immediati che possano evitare di portare ancora Roma in una situazione difficile».

LA SOLUZIONE DOPO PASQUA – “C”e” evidentemente un vuoto giuridico, ma ci sono anche delle intelligenze in campo. Sono certo che troveremo la soluzione migliore nell”ambito della legalita”. Il ministro oggi voleva ascoltare, ma gli abbiamo chiesto un nuovo incontro a brevissimo: probabilmente prima di Pasqua avremo la soluzione a questa questione”. Cosi” il sindaco di Roma, Ignazio Marino, al termine di un incontro sulla situazione rifiuti a Roma con il ministro dell”Ambiente, Gian Luca Galletti, e il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, parlando degli impianti sequestrati del Colari a Malagrotta. “Questa e” comunque la soluzione di un problema tecnico- ha chiarito il primo cittadino- quello che veramente conta e” che Roma non avra” mai piu” una grande discarica e il problema dei rifiuti diventera” una ricchezza e un”opportunita”, producendo gas e vendendo il materiale differenziato”.

PASSI IN AVANTI – “È stato un incontro utile e positivo, perche” forse da posizioni distanti e di incomprensione ci siamo chiariti tutti su quale sia il reale tema delle prossime ore. Ovvero capire come uscire da questa impasse di vuoto giuridico”. Cosi” il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, al termine della riunione con il ministro Gian Luca Galletti e il sindaco di Roma, Ignazio Marino, parlando dell”esito della riunione e, in particolare, degli impianti del Colari a Malagrotta. “Abbiamo avuto la possibilita” di raccontare al ministro l”evoluzione positiva, dal punto di vista della sostenibilita” ambientale, del ciclo dei rifiuti a Roma e nel Lazio dal 2013 a oggi- ha aggiunto Zingaretti- Basti pensare che a marzo nel Lazio era trattato meno del 40% mentre oggi tutti i rifiuti sono trattati. Tutti hanno poi preso atto che la meritoria iniziativa della Magistratura, e il conseguente atto compiuto dal prefetto di interdizione rispetto alla societa”, ha creato un vuoto giuridico che rende la soluzione eccezionale. A questo punto bisogna individuare le piu” efficaci forme giuridiche affinche”, non violando la legge, si possano utilizzare questi impianti”.

RICEVI TUTTE LE NOTIZIE SUL CAMPIDOGLIO DIRETTAMENTE NELLA TUA MAIL

[wpmlsubscribe list=”8″]