Comune di Roma, lavoratori 29 giugno occupano l’assessorato

Il natale di protesta dei dipendenti che temono la chiusura di due centri legati alla grande cooperativa finita dentro l'inchiesta Mafia Capitale

0
331
assessore Rita Cutini proroga contratti di servizio

I lavoratori della Coop 29 giugno, sostenuti dall’Unione Sindacale di Base, hanno da poco occupato l’Assessorato alle Politiche Sociali del Comune di Roma, sito in viale Manzoni 55.

PROTESTA INIZIATA MARTEDI – La protesta era partita ieri al diffondersi della notizia che il V Dipartimento di Roma Capitale intenderebbe chiudere i centri d’accoglienza “Castel Verde”, destinato ai senza fissa dimora, e “La casa di Elettra”, dove si offre riparo a madri con bambini, gestiti dalla cooperativa ABC, attualmente commissariata, in subappalto dalla Eriches 29, del gruppo 29 Giugno. Da ieri i due centri d’accoglienza sono occupati da una ventina di lavoratori e 60 utenti.

60 UTENTI IN BILICO – La protesta proseguirà ad oltranza e l’USB ha immediatamente richiesto un incontro al Sindaco Marino, al Vice Sindaco Nieri e all’assessore alle Politiche Sociali, Francesca Danese (che si sta recando sul luogo), chiedendo che si vada in proroga dell’appalto in corso al fine di tutelare lavoratori e utenti. Infatti c’è il rischio che se non si trovano soluzioni saltino  i servizi essenziali rivolti ai detenuti che il comune da oltre 15 anni finanzia. Si i tratta del pulman che ogni sabato fa uscire dal carcere i bambini da 0 a 3 anni detenuti con le madri, la ludoteca di Regina Colei dove vengono accolti i figli dei detenuti, le case di accoglienza e molti altri servizi.

[form_mailup5q lista=”campidoglio”]

È SUCCESSO OGGI...