Comune di Roma, botte e sediate tra Peciola e Onorato (FOTO)

Durante la riunione sulla questione Multiservizi si sarebbero alzati i toni e i due sarebbero venuti alle mani

0
378

«Ormai non è sicuro neanche andare in Campidoglio a rappresentare i cittadini che finisci in ospedale perché aggredito e minacciato. Una volta c’era la sinistra del popolo e degli operai oggi c’è quella dei centri sociali che ti aggredisce se la richiami alle sue responsabilità. Grazie per il mignolo rotto. Povera Roma. Poveri noi. ‪#‎PeciolaVergogna‬». Questo il messaggio scritto su Facebook dal capogruppo della Lista Marchini, Alessandro Onorato. Secondo fonti di maggioranza e opposizione, durante la riunione sulla questione Multiservizi a porte chiuse, si sarebbero alzati i toni tra lui e il capogruppo Sel, Gianluca Peciola e, dopo un battibecco acceso i due sarebbero venuti alle mani. Il consigliere vendoliano, infine, avrebbe scaraventato la sua sedia addosso ad Onorato che, per “pararla”, si è ferito a un dito ed è stato accompagnato in ospedale. La giornata in Assemblea capitolina non era iniziata nel migliore dei modi: cade il numero legale, salta la seduta e nell’area riservata al pubblico esplode il putiferio.

I FATTI – Tra grida e spintoni i lavoratori della Roma Multiservizi, che da tre giorni sono accampati in presidio continuo in aula Giulio Cesare, hanno cominciato a inveire contro i consiglieri, rei di non essere stati in grado di mantenere il numero per votare una mozione a firma Alessandro Onorato (Lista Marchini) che chiedeva garanzie occupazionali per i lavoratori.

I MALORI – Due lavoratrici sono state colte da malore, alcuni consiglieri hanno provato a spiegare la situazione ma non sono riusciti a placare la rabbia dei dipendenti della municipalizzata, che hanno rovesciato e gettato in terra gran parte delle poltrone che ospitano il pubblico dell’Aula.

SCIOPERO DA GIORNI – Dopo le proteste dello scorso marzo continua il dramma dei lavoratori di Roma Multiservizi: 3500 posti nei settori del verde pubblico, manutenzione, pulizie, mense a servizio della cittadinanza romana sono in bilico a causa delle nuove gare a ribasso messe in piedi dal Comune, che non garantiscono gli attuali lavoratori. I dipendenti in protesta fanno appello al sindaco Marino perché cambi strategia (magari scegliendo di indire una gara di tipo diverso) e non dimentichi le ragioni di persone che lavorano per vivere: “Siamo le vittime del decreto Salva Roma – spiegano in una nota – che sta facendo lacrime e sangue sulle spalle dei lavoratori, e a rimetterci siamo noi che guadagniamo dalle 300 alle 800 euro al mese, stipendi al limite della sopravvivenza e che ogni giorno con professionalità lavoriamo nella pulizia delle scuole comunali e degli asili nido e nel trasporto dei bambini disabili”.

LA RISPOSTA – “Ci siamo sentiti rispondere dal Sindaco Marino e dai suoi Assessori – proseguono – che bisogna fare sacrifici per il Decreto Salva Roma, che l’inserimento della clausola sociale negli appalti è contro la normativa europea del libero mercato. Perché allora invece di consentire che vengano assegnate gare con il massimo ribasso non si tutelano i lavoratori, sapendo che l’azienda vincitrice non sarà in grado di riassorbire i dipendenti ? Perché non si prevede che negli appalti non sia almeno applicato un punteggio più alto alle aziende che assicurano totalmente la riassunzione dei lavoratori? Per questo oggi protestiamo, e chiediamo solo di continuare a lavorare per poche centinaia di euro, i sacrifici del Salva Roma, vengano chiesti a chi prende stipendi con uno zero in più, rispetto ai nostri”.

(foto profilo facebook Onorato)

[form_mailup5q lista=”campidoglio”]

 

È SUCCESSO OGGI...

Droga, 2 arresti a Ladispoli: l’operazione dei carabinieri

I Carabinieri della Compagnia di Civitavecchia hanno effettuato nel weekend trascorso un servizio coordinato di controllo del territorio di Ladispoli al fine di prevenire e reprimere lo spaccio di sostanze stupefacente. Proprio nel fine...

Alessandra Rugger in concerto giovedì 19 ottobre all’Asino che Vola

Giovedì 19 ottobre alle 21.30 all’Asino che Vola di Roma, potrete assistere all’evento di presentazione dell’EP “Mi sento Indie” della cantautrice romana Alessandra Rugger. L’artista propone un pop raffinato che attinge dal jazz e...

Sagra della Castagna e del Fungo Porcino, weekend di chiusura a San Martino

Grandissimo successo per il primo weekend con la sagra della Castagna e del Fungo Porcino a San Martino al Cimino. In migliaia sabato e domenica si sono riversati nel caratteristico borgo medievale, per un...

Al via tavolo per Roma, fuori la protesta dei lavoratori

E' iniziato poco fa al ministero per lo Sviluppo economico il round principale del Tavolo per Roma. Di fronte al ministro Carlo Calenda sono seduti il presidente della Regione, Nicola Zingaretti, il sindaco di...
Bimba morta cosenza

Due incidenti in poche ore, 1 morto e 4 feriti. Uno è gravissimo

Grave incidente ieri con tre mezzi coinvolti e quattro feriti di cui uno grave. È avvenuto in via Ostiense all'incrocio con via Pellegrino Matteucci. Sul posto sono intervenuti gli agenti dell'VIII gruppo Tintoretto della polizia...