Mafia Capitale, altri 44 in carcere per corruzione

Il problema che si poneva al sodalizio criminale di Buzzi e Carminati era quello del cambio di maggioranza alla guida del Campidoglio e la necessità di investire «nell’acquisizione di nuovo capitale istituzionale»

0
343
polizia auto SEXY SHOP

CAPITOLO I – Il capitolo della ponderosa ordinanza di 428 pagine del giudice per le indagini preliminari dottoressa Flavia Costantini affronta il capitolo della corruzione all’interno del Consiglio comunale e richiama quanto era emerso dall’ordinanza sul ‘mondo di mezzo’ emessa 28 novembre dello scorso anno. Questa portò all’arresto di 37 persone. Oggi sono 44 le persone destinatarie di ordinanza di custodia cautelare, dopo il blitz scattato all’alba di stamane: 19 in carcere e 25 ai domiciliari. Altre ventuno persone risultano indagate.

I NUMERI – Questi i numeri imponenti delle due operazioni condotte dai Ros, ma l’ultima ordinanza del Gip, datata 29 maggio scorso, dà il segno della riservatezza con la quale la Procura ha agito in questa seconda fase dell’indagine. Anche se voci incontrollate, fra le quali quella dello stesso sindaco Ignazio Marino, da mesi annunciava la nuova ondata di arresti. Nel capitolo citato gli inquirenti spiegano la corruzione diffusa con il «contesto in cui si muove l’organizzazione a seguito del mutamento della compagine politica di maggioranza nel consiglio comunale di Roma e la conseguente rimodulazione delle attività corruttive». Il problema che si poneva al sodalizio criminale di Buzzi e Carminati era quello del cambio di maggioranza alla guida del Campidoglio e la necessità, per ‘mafia capitale’ di investire «nell’acquisizione di nuovo capitale istituzionale». Si ricorderà la famosa esortazione intercettata di Carminati a Buzzi «e allora mettiti la minigonna e vai a batte co’ questi amico mio, eh… capisci.» Tra i primi obiettivi raggiunti, Buzzi vanta il Presidente autodimissionato del Consiglio capitolino Mirko Coratti. Come confermano le intercettazioni dove Buzzi, con riferimento a Coratti, usa le frasi come «me sò comprato, stà a giocà co me». Un esempio evidente del rapporto costo benefici fra i due si ha con la registrazione che riguarda l’assunzione di Ileana Silvestri. Figurelli, della segreteria di Coratti, obietta che vi erano stati molti favori già realizzati («amo già fatto«) e Buzzi risponde di aver fatto tanto pure lui («la mucca l’amo munta tanto»). ‘Elegante’ metafora bovina per rappresentare la continuità e il peso dei rapporti  tra i due. Un rapporto strategico che va, scrive l’ordinanza «da condotte formali ad atti di sottogoverno dell’ente locale ad interferenze sulla gestione di controllate del Comune». A dimostrazione della continuità del rapporto corruttivo è la conversazione tra il Buzzi e la Garrone (compagna di Salvatore agli arresti) del 6 aprile 2014.
S: Salvatore BUZZI
A: Alessandra GARRONE

S:         si, ma quello che è succe… ma quello che è successo ad Ostia con il Municipio.
A:        che è successo a Ostia?
S:        ah… Gramazio ci dà un milione e due… lo convoglia sul mu… sul Municipio di Ostia, dopo che Fabrizio (Testa agli arresti, ndr), che Tassone è amico suo, va a parlare (Fabrizio ex presidente municipio di Ostia, ndr) con Tassone … il milione e due deve ritornare tutto al nostro gruppo. E poi… invece c’è un problema con D’Ausilio (consigliere comunale già capogruppo Pd). Andava a parlare con D’Ausilio…dice ah…. non ci sono realtà locali  (…inc…) Villa Maraini bla, bla, bla. (…inc… ) a Fabrizio <guarda che non possiamo garantire Gramazio (ex capo gruppo Pdl) su villa Maraini è (…inc…) che famo… li dirottiamo su altri Municipi nostri… sul primo e sul quarto…> io andai a parlare con Michela… non c’era problema. Però Fabrizio mi ha detto che … quello che non ha potuto dire D’Ausilio su Marroni (deputato ed ex capo gruppo Pd con Alemanno) e su noi… poi (…inc…)  un altro partito avversario. Perché c’abbiamo questa identificazione, capito? con Coratti è un po’ di meno, perché Coratti ormai ce lo siamo agganciato… ce lo siamo agganciato… ormai… ma quegli altri sono tutti cretini guarda…

Nomi e situazioni citate senza cautele che comunque danno il segno di un collegamento profondo fra il capo delle coop sociali ed il sistema politico/ amministrativo della Capitale.
(segue)

LEGGI ANCHE: Mafia Capitale, il video degli arresti (GUARDA)

LEGGI ANCHE: Mafia Capitale, il sindaco Marino ai giornalisti: «Siete maleducati»

[form_mailup5q lista=”campidoglio”]

È SUCCESSO OGGI...