Campidoglio, appalti truccati per restaurare l’Aula Giulio Cesare

Sei arresti e 20 indagati per numerosi reati tra cui associazione a delinquere, truffa aggravata e continuata, falso, turbativa d'asta

0
609

Vuole il destino che fosse l’allora presidente del consiglio comunale  Miko Coratti attualmente agli arresti, a denunciare nel novembre scorso  le infiltrazioni d’acqua nell’aula Giulio Cesare a seguito di un violento nubifragio che stava paralizzando la città.  Solo macchie da infiltrazione su  per la prestigiosa aula che era stata restaurata nel 2010, con un costo di 2,5 milioni di euro per lavori coordinati dalla Sovrintendenza comunale ai Beni Culturali. Allora Coratti si impegnò a chiedere  «chiarimenti urgenti in merito alla natura degli interventi di ristrutturazione che hanno interessato l’aula consiliare negli anni scorsi.»  Di pochi minuti fa la notizia che sono stati effettuati arresti per quei lavori che erano stati affidati all’imprenditore Amore anch’egli indagato per i fatti di Mafia Capitale.

LEGGI ANCHE: GLI APPALTI TRUCCATI ALL’AULA GIULIO CESARE

Il 140° anniversario di Roma Capitale, che ricorreva il 20 settembre del 2010,  fu festeggiato  alla presenza del presidente Giorgio Napolitano proprio con  l’inaugurazione dell’Aula restaurata. Un  restyling, fortemente voluto dall’allora  Presidente del Consiglio Comunale Marco Pomarici con il benestare del sindaco di Roma Gianni Alemanno.
Per l’occasione il presidente Pomarici parlò di lavori realizzati in tempi da record realizzati dal costruttore Fabrizio Amore indagato anche per le vicende di ‘Mafia capitale’.  Alemanno voleva anche che l’inaugurazione avvenisse in coincidenza   con l’approvazione del primo decreto di Roma Capitale.

Di poche ore fa la notizia dei 6 arresti e di 20 indagati per  i reati di associazione a delinquere, truffa aggravata e continuata in danno del comune di Roma, falso, turbativa d’asta, emissione e utilizzo di fatture false, indebite compensazioni d’imposta, sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte con l’aggravante del reato transnazionale, commesso in Roma, Lussemburgo e altrove.  L’inchiesta delle Fiamma Gialle  ha consentito di scoprire una serie di truffe nel settore degli appalti pubblici. Tra questi, quello relativo al restauro dell’Aula che vedrebbe coinvolti un alto dirigente della Sovrintendenza dei beni culturali di Roma e l’imprenditore Amore.

Le indagini avrebbero consentito di accertare che l’imprenditore arrestato fosse più che sicuro di vincere la gara tanto da stipulare contratti ed effettuare pagamenti in acconto ai subappaltatori alcuni giorni prima dell’apertura delle buste contenenti le offerte. Il patto tra gli appartenenti all’associazione, sostiene la Finanza, ha fatto sì che alla gara fossero infatti invitate esclusivamente società riconducibili allo stesso Amore.  Dall’indagine risultano i rapporti ben radicati tra l’imprenditore e una serie di funzionari all’interno degli uffici del Comune.

Amore infatti  Roma  tramite sue società controllate da società lussemburghesi, ha concesso in affitto al Comune due strutture residenziali in zona Ardeatina per la gestione delle emergenze abitative della Capitale. E il Campidoglio, per diversi anni, ha pagato circa 2.250 euro al mese per ogni appartamento. Ma alcune di queste unità immobiliari, anzichè essere destinate all’emergenza casa, erano utilizzate da Amore per fini propri. I finanzieri hanno inoltre scoperto un’evasione fiscale di oltre 11 milioni da parte di Amore attraverso un gruppo di società a loro volta controllate da imprese con sede in Lussemburgo.

[form_mailup5q lista=”campidoglio”]

È SUCCESSO OGGI...

Controlli di Ferragosto, salgono a 133 gli arresti dei carabinieri

Il Ferragosto è passato e i Carabinieri del Comando Provinciale di Roma stilano un primo bilancio dell’imponente dispositivo di controllo del territorio predisposto per il particolare periodo festivo. Sono stati, infatti, 133 gli arresti eseguiti...

Roma, carabinieri a caccia di “topi d’appartamento”

Proseguono con profitto i servizi rinforzati dei Carabinieri di Roma finalizzati a prevenire, e laddove necessario, reprimere eventuali fenomeni di illegalità diffusa. I militari, soprattutto nelle ore notturne, stanno attentamente vigilando anche sulle abitazioni dei...

Miss Italia: le finali regionali agli Altipiani di Arcinazzo

La lunga maratona estiva della bellezza porta stavolta la carovana itinerante di Miss Italia sugli Altipiani di Arcinazzo, nell’alta valle del fiume Aniene, ai piedi dei monti Simbruini. Proprio dove termina la provincia di...

Ostia, ladro si getta nel mare. Poi l’intervento della polizia

E’ successo sul litorale di Ostia. Ha rubato una bicicletta ad un pescatore e poi è scappato. Il ladro, inseguito dal proprietario, ormai senza via di uscita, in prossimità di un pontile, ha lasciato la bicicletta...

Donna fatta a pezzi e gettata nei cassonetti a Roma, fermato il fratello

Si è appena concluso con il fermo da parte del fratello della vittima, il mistero delle due gambe ritrovate ieri sera all’interno di un cassonetto in Via Maresciallo Pilsudsky. Ieri, intorno alle 20, una ragazza...