Municipio VIII, Michela Di Biase: «Spaccature M5S umiliano istituzioni e territorio»

0
713

Il caso “Pace”, presidente dell’VIII Municipio approda in Campidoglio. Una riunione tra i consiglieri comunali e municipali 5stelle, alla quale dovrebbe partecipare anche Virginia Raggi e lo stesso mini sindaco si sta svolgendo a Palazzo Senatorio. L’obiettivo è tentare di ricomporre la fronda dei 5stelle che si è creata nel Municipio contro Paolo Pace e che rischia di mettere a repentaglio la tenuta amministrativa del suo mandato. Un’altra grana per la sindaca, che proprio in questi giorni, mentre si rincorrono voci di un imminente arrivo di un avviso di garanzia, avrebbe bisogno della massima coesione. Anche per questo oggi la Raggi sta cercando di ricompattare la sua rissosa maggioranza dell’VIII attorno a Pace per evitare la sfiducia e un eventuale commissariamento. Il presidente del Municipio negli ultimi giorni era finito nel mirino di alcuni pentastellati che hanno giudicato le sue decisioni poco in linea con il programma del MoVimento. L’VIII municipio, quello della Garbatella un tempo storico presidio della sinistra romana, vive oggi una crisi poco percepita dalla popolazione, ma che suscita le vivaci reazioni del Pd.
Così la capo gruppo del Pd Capitolino Michela Di Biase e la capogruppo dem dell’VIII° municipio Annarita Marocchi affondano il coltello nella piaga grillina. «La crisi politica in VIII° Municipio – commentano – fa emergere con forza le lacerazioni sempre più profonde all’interno del M5S. Spaccature marcate che umiliano le istituzioni e i territori». Questo a causa dell’ormai noto scontro fra le fazioni del MoVimento romano «talmente feroce che neanche le frequenti  trasferte del duo Grillo-Casaleggio riescono più a ricondurre a ragione». A conferma di questo clima da faida «il ‘licenziamento’ degli assessori municipali all’urbanistica e alla cultura in aperto dissenso con il Presidente Pace contestato anche da parte della sua stessa maggioranza che minaccia di sfiduciarlo». Vista la gravità della situazione il Pd di quel Municipio ha presentato un interrogazione urgente nella quale si chiede al presidente Pace di riferire in aula sulle motivazioni che hanno portato al rimpasto di giunta. Va ricordato che secondo quanto riportato da alcuni organi di stampa lo stesso Pace si era rivolto alla stessa Raggi per ottenerne l’appoggio, ma la crisi nei rapporti di forza fra le fazioni grilline, magari sottotraccia è destinata a durare, mentre la sindaca non potrà mai consentire al commissariamento di quel municipio strategico che segnerebbe una sua ulteriore sconfitta.
G.L.

LASCIA UN COMMENTO