Mafia Capitale, Carminati e il saluto romano in aula

0
1008

La posizione penale di Massimo Carminati potrebbe arricchirsi di un nuovo capo di imputazione. Infatti il presidente della decima sezione penale del tribunale di Roma, Rosanna Ianniello, ha disposto la trasmissione alla procura delle immagini che riprendono Massimo Carminati mentre fa il saluto Romano, al termine di una delle udienze del processo Mafia Capitale.

 

Le immagini riprendono Carminati, in collegamento video dal carcere dove è detenuto, mentre si rivolge  alla telecamera con il braccio teso, alla fine dell’udienza dello scorso 8 marzo nel corso della deposizione di  Buzzi. L’ipotesi di reato potrebbe essere quella di apologia del fascismo. Prosegue intanto nell’aula bunker di Rebibbia la deposizione di Salvatore Buzzi che questa mattina ha affrontato  la natura dei suoi rapporti con Luca Odevaine, da lui definito  come “facilitatore”.

 

Spiegando ai giudici della X sezione penale che su richiesta dello stesso Odevaine si rese disponibile  a pagargli l’affitto mensile di due appartamenti di cui fruiva e una somma di 5 mila euro al mese.  Oltre a questi ‘benefits’ permanenti Buzzi ha  spiegato che “in una occasione diede all’ex componente del tavolo sui migranti anche diecimila euro in nero per pagare i componenti di una commissione che ci aveva aggiudicato una gara. Mi disse che avrebbe risolto tutti i miei problemi col prefetto Gabrielli (estraneo ai fatti), di cui Odevaine era amico, per quanto concerne i pagamenti per l’accoglienza dei migranti”. Compito di  Odevaine di fatto era quello di garantire i rapporti della ‘holding’ di cooperative sociali di cui Buzzi era a capo “con i più importanti prefetti e funzionari del ministero dell’interno. Quando viaggiavo con lui mi sentivo “il presidente”, ci spostavamo con la scorta della polizia”.

LASCIA UN COMMENTO

È SUCCESSO OGGI...