Albano, la discarica fa paura. L’Asl chiede nuove analisi

0
91
Roncigliano Albano

La Asl Roma H scrive alla Regione Lazio, alla Provincia di Roma e all’Arpa Lazio (Prot. 47476 del 7/11/2013) per sollecitare ulteriori controlli nel sito della discarica di Roncigliano. La nota dell’azienda sanitaria segue e rafforza la richiesta che qualche giorno fa il Comune di Albano Laziale aveva inviato a Regione e Provincia in cui si chiedeva, appunto, che gli organi in indirizzo mettessero in atto “al più presto, ulteriori operazioni di accertamento che non lascino dubbi alcuno sulla salubrità dell’aria” (Prot. 46463 del 30/10/2013). «Con riferimento alle precedenti note […] si segnala nuovamente la necessità – scrive l’Asl Roma H – di disporre l’effettuazione di controlli, campionamenti e tutti gli approfondimenti necessari sulla totalità del complesso impiantistico al fine di una esaustiva valutazione delle emissioni odorigene atteso anche che la maggior parte delle notizie riportate nella relazione informativa di Arpa Lazio del 24.10.2013, derivano – conclude la nota – da dichiarazioni della Società gestrice dell’impianto».

Contestualmente la Asl Roma H risponde anche alla richiesta del Comune di Albano laziale di conoscere i dati provenienti dalla campagna di monitoraggio della qualità dell’aria effettuata in collaborazione con l’Università di Roma Tor Vergata, il cosiddetto “naso elettronico”, nonché un aggiornamento di una analisi epidemiologica nell’area circostante la discarica di Roncigliano. «In riferimento alla vostra nota si informa che la relazione finale […] sarà trasmessa alla Direzione del Dipartimento di Prevenzione al più presto» scrive la Asl al Comune di Albano Laziale ed informa inoltre che per quanto concerne la richiesta di aggiornamento di una analisi epidemiologica nell’area circostante la discarica, essa verrà inviata al “Dipartimento di epidemiologia SSR che ha curato, unitamente ad Arpa Lazio ed alla Regione Lazio, il rapporto ERAS (Epidemiologia, Rifiuti, Ambiente salute nel Lazio)”.