Primarie a Ladispoli, vince Marco Pierini. A Cerveteri la spunta Juri Marini

0
923

Si sono svolte ieri le primarie del centrosinistra per l’elezione del candidato sindaco a Ladispoli e Cerveteri.

A Ladispoli ha avuto la meglio l’attuale assessore ai lavori pubblici, Marco Pierini che ha battuto la concorrente Silvia Marongiu con il 74,49% dei voti.
Un risultato previsto con una buona affluenza di 1.052 votanti sui circa 1.500 aventi diritto. Un numero molto elevato rispetto a quello della vicina Cerveteri, ma non entusiasmante guardando ad altre primarie del territorio. Qualche settimana fa a Tarquinia, città con meno della metà degli abitanti di Ladispoli, a votare per la scelta del candidato sindaco erano andate circa 1.800 persone. Le primarie riguardavano l’intera coalizione, ma le altre componenti di centrosinistra hanno deciso di non misurarsi. Un fatto che potrebbe rappresentare un primo segnale di isolamento del Pd soprattutto rispetto all’ala sinistra del partito. Positivo invece il raffronto con la vicina Cerveteri dove sono andati a votare solo 508 persone su 1132 prenotate, nonostante l’albo degli elettori vantasse 936 tesserati al Pd contro i 170 circa di Ladispoli. Qui ha vinto Juri Marini che ha totalizzato 345 voti pari al 68,32% contro i 160 voti (31,68%) di Franco Borgna.
L’andamento alterno della partecipazione potrebbe rappresentare un segnale non del tutto confortante per le primarie nazionali che il 30 aprile prossimo dovranno scegliere fra i tre candidati Renzi, Orlando ed Emiliano e per le quali non si prevede l’affluenza registrata l’8 dicembre del 2013. Allora si recarono ai seggi 2milioni e 815mila cittadini e Matteo Renzi fu eletto segretario del Pd con un milione e 895 voti staccando di gran lunga gli altri due concorrenti Gianni Cuperlo e Roberto Civati.
Giuliano Longo

LASCIA UN COMMENTO