Cisterna Valmontone. «Dopo il via libera del Tar subito i cantieri»

0
6199

“Autostrada Roma Latina e Cisterna Valmontone, rimosso l’ultimo ostacolo per il futuro della provincia di Latina e del Lazio. Non posso che essere soddisfatto nell’apprendere del pronunciamento del Tar del Lazio che ha respinto tutti i ricorsi presentati dall’associazione delle imprese escluse e definito regolare l’affidamento in concessione delle attività di progettazione, esecuzione costruzione e gestione di questa opera alla cordata italo spagnola Sis.

 

 

La notizia arriva nel giorno in cui, e come di consueto purtroppo, sulla Pontina a causa dell’ennesimo incidente in direzione Roma si è creata una fila di circa 10 km con disagi per gli automobilisti ed i trasportatori rimasti bloccati per ore. La realizzazione del Corridoio intermodale Roma – Latina e della Bretella Cisterna Valmontone non è, e non era, più rinviabile perché la Pontina non è più adeguata a sostenere il carico di traffico a cui è sottoposta soprattutto sotto il profilo della sicurezza. Convinti di questo ci siamo battuti ogni giorno, con tutti i mezzi a disposizione, affinchè questa infrastruttura lasciasse il campo delle ipotesi per diventare realtà. Siamo riusciti in consiglio regionale, con ordini del giorno, interrogazioni ed emendamenti, a far superare ogni tentennamento e spaccatura all’interno della maggioranza di centrosinistra, ottenendo l’inserimento di questa opera tra quelle prioritarie per la Regione Lazio colmando le dimenticanze di Zingaretti e dei suoi. Ora che l’iter procedurale è concluso non resta che arrivare velocemente all’apertura dei cantieri.

 

 

La carenza di infrastrutture nel Lazio, e soprattutto nella provincia di Latina, rappresentano una strozzatura del sistema di accesso ai mercati nazionali ed europei. L’isolamento, che da decenni rappresenta il limite culturale, politico ed economico, del nostro territorio può e deve essere superato mediante la realizzazione della Roma – Latina e della Bretella Cisterna Valmontone che sono il simbolo di quel processo di crescita e rilancio che i nostri cittadini e le nostre imprese auspicano da sempre. Imprese che, come dimostra l’odierna ricerca della SWG, continuano ad essere nel Lazio e nella provincia di Latina in assoluta sofferenza anche a causa del costo altissimo che pagano a causa della mancanza di collegamenti veloci e sicuri. Oggi è stato compiuto un nuovo passo nel futuro perchè il Corridoio intermodale Roma – Latina e la Cisterna Valmontone non sono solo due infrastrutture fondamentali ma sono parte di un progetto più ampio ed organico di infrastrutturazione della nostra regione e per la provincia di Latina che di questo passo rischiavano di morire di isolamento”.

Lo dichiara in una nota il consigliere regionale di Forza Italia, Giuseppe Simeone

LASCIA UN COMMENTO

È SUCCESSO OGGI...

Termini, controlli straordinari dei carabinieri: 1 arresto e 8 denunce

Dalla serata di ieri e fino a notte fonda, i Carabinieri della Compagnia Roma Centro con il supporto dei militari dell’8° Reggimento “Lazio” hanno dato vita ad una mirata azione di controllo nell’area della...

Roma, tornano a lavoro venti spazzatrici dell’Ama

Scattano a Roma da lunedì 24 luglio i primi 2 itinerari dedicati di pulizia con le 'Green machine', spazzatrici aspiranti a conduzione 'manuale', gia nella flotta mezzi di Ama, in grado di tirare a...

Botte e insulti alla moglie per 20 anni, arrestato a Civitavecchia

È finita, dopo 20 anni, la storia dei maltrattamenti subiti da una donna di 43 anni. Le violenze, secondo quanto denunciato dalla vittima, erano iniziate addirittura nel 1995, quando il marito l`aveva picchiata procurandole...

Grande Raccordo Anulare di Roma, Anas: traffico rallentato a causa di tre incendi

Anas comunica che sul Grande Raccordo Anulare di Roma il traffico è rallentato con code a causa di tre incendi. In particolare, tra le uscite “Colombo” (27) e “Ostiense” (28) sono chiuse le corsie di...

Pasolini, domani i funerali di Pino Pelosi

Si terranno domani a Roma i funerali di Pino Pelosi, l'uomo condannato in via definitiva per l'omicidio di Pier Paolo Pasolini. Come si apprende dal suo storico difensore, Alessandro Olivieri, le esequie si terranno...