Roma, regali in calo: si spende più per la tavola

Le famiglie hanno sborsato in media 200 euro. Abbacchio, fritto misto di verdure e pangiallo i pasti più comuni

0
194

Quello che sta arrivando è un altro Natale all”insegna della crisi. Pochi e mirati i regali, spesso solo ai bambini, e niente eccessi. I dati divulgati da Federconsumatori hanno disegnato un quadro non roseo della situazione delle spese. Il calo si attesterebbe, secondo le rilevazioni piu” recenti, intorno al -11%. La corsa ai regali non c”e” stata, anche se i commercianti sperano nel rush finale di queste ultime ore puntando su sconti e offerte e sui settori che tirano di piu”, come cibo e tecnologia.

A Roma i negozi delle grandi firme del Centro hanno usato il sistema dei ”pre-saldi”: telefonate e sms ai clienti per invitarli a fare acquisti a prezzi piu” bassi molto prima dell”avvio ufficiale degli sconti, fissato per il 4 gennaio. Lo stratagemma, comunque, ha fatto storcere il naso a molti, tra commercianti e associazioni di categoria. Nel Lazio, Confesercenti di Roma ha stimato un”importo medio delle famiglie per i regali natalizi di circa 200 euro, in calo rispetto al 2012.

Secondo il presidente Valter Giammaria, la spesa per i consumi si e” contratta nell”ultimo anno di piu” del 4%. “Anche nel 2013- ha spiegato- non si sono attenuate le difficolta” per le famiglie. Redditi e consumi hanno continuato a cedere terreno, arrivando a cumulare rispetto all”inizio della crisi una caduta rispettivamente pari al 10% e al 6%”.

«Ogni famiglia ha sborsato in media 105 euro per imbandire le tavolate delle festivita”, con una spesa complessiva stimata in 1,6 miliardi di euro per il solo pranzo di Natale e intorno a un miliardo per il cenone della Vigilia”. Lo ha calcolato la Confederazione italiana agricoltori. In particolare, ha spiegato la Cia, “la spesa alimentare delle feste natalizie sara” cosi” ripartita: carni e salumi (18,5%); pesce (11,8%); pasta e pane (14,2%); formaggi e uova (13,1%); ortaggi, conserve, frutta fresca e secca (15,3%); vini, spumanti e altre bevande (14,7%); pandori, panettoni, torroni e dolci in generale (12,4%)».

L’abbacchio, ma anche il fritto misto di verdure e il pangiallo. Ecco alcune delle specialita” tipiche del Lazio per la cena del 24 e il pranzo di Natale del 25 dicembre. Per la Vigilia, la tradizione della regione privilegia fritto misto di verdure (broccoli e carciofi), ma anche di baccala” e poi capitone. Per il giorno di Natale, invece, abbacchio al forno con patate e cappelletti in brodo, bollito misto e tacchino ripieno. Dolce: pampepato e pangiallo (frutta secca e canditi con farina, miele e cioccolato).

 

È SUCCESSO OGGI...

Propongono polizza assicurativa, poi rapinano e picchiano un anziano e il figlio

E’ successo in zona Don Bosco. Sono entrati in casa con la scusa di proporre una polizza assicurativa. Poi, una volta dentro,  hanno imbavagliato, picchiato e rapinato un uomo di 53 anni, convivente con il padre, un...

Mezzo investe due pedoni. Una terza persona ferita nell’incidente

Investimento questa mattina in via di Tor de Schiavi. Due pedoni sono stati investiti da un mezzo poco dopo le nove, ma c'è anche un terzo ferito nella dinamica dell'incidente, che resta ancora tutta...
MAFIA CAPITALE SENTENZA

Mafia Capitale, per il Codacons processo condotto male. Attesa per la sentenza

Arriva oggi la sentenza per la vicenda “Mafia capitale”, un processo durato 20 mesi con centinaia di udienze che, tuttavia, riceve le nette critiche del Codacons. “Si tratta di un procedimento condotto male e da cui i...

Estorce denaro a frequentatori di siti di incontri a luci rosse

I carabinieri della Compagnia Roma Trionfale hanno arrestato un uomo di origini calabresi, di 29 anni, responsabile di una serie di estorsioni continuate ai danni di frequentatori di siti di incontri a luci rosse. All’uomo, i...

Comune di Roma, l’arresto del dirigente Tancredi punta di un iceberg di corruzione

Che Virginia Raggi sottoscrivesse un protocollo con il presidente dell'Autorità anticorruzione Raffaele Cantone, per la vigilanza e la legalità, era abbastanza scontato, in fondo analogo protocollo lo aveva già sottoscritto tempo fa il governatore...