Lavoro, fondi per restare a casa con figli e disabili

La Regione Lazio mette 200mila euro a disposizione delle piccole e medie imprese

0
256

Duecentomila euro per le Piccole e Medie imprese: sono i fondi che la Regione Lazio mette a disposizione per sostenere misure di flessibilità per la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro e finanziare voucher di sostegno alla genitorialità. L’avviso appena pubblicato dalla Regione punta alla attuazione della Linea del Programma Intesa 2del dipartimento delle Pari opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri”.

I fondi serviranno a favorire la conciliazione tra tempi di vita e di lavoro e a consolidare, estendere e rafforzare sui territori regionali iniziative volte a promuovere l’equilibrio tra vita familiare e partecipazione delle donne e degli uomini all’interno del mercato del lavoro, favorendo le pari opportunità e contribuendo ad accrescere la produttività delle imprese.

Destinatarie del provvedimento saranno le lavoratrici e i lavoratori dipendenti di imprese e in modo particolare alle Piccole e medie imprese per sostenere piani di conciliazione attraverso voucher per usufruire di servizi di cura e supporto familiare (servizi di trasporto casa-scuola, baby-sitter, assistenza familiare, ecc.); la misura prevede una priorità per dipendenti con figli minori, in caso di familiari con disabilità o non autosufficienti e per famiglie monoparentali.

L’avviso è stato pubblicato su www.portalavoro.regione.lazio.it. La scadenza è prevista per il prossimo 5 giugno alle ore 12,00; le richieste di chiarimento potranno essere inoltrate via mail, entro e non oltre il 30 maggio 2015, all’indirizzo conciliazionelavorofamiglia@regione.lazio.it.

[form_mailup5q lista=”regione lazio”]

È SUCCESSO OGGI...