Ancora in crescita i due aeroporti di Roma

0
1275
Incidente

Dopo i positivi risultati registrati n
el trimestre estivo Giugno-Agosto, il Sistema aeroportuale Romano conferma, con il dato di Settembre, il trend di crescita, rispetto ai valori del 2015. Con oltre 18,5 milioni di passeggeri, la crescita si è attestata al +0,4% pari a +70.000 viaggiatori.
La performance positiva è stata trainata da Fiumicino dove la crescita nel quadrimestre è stata pari al +2,3%, con circa 16,7 milioni di passeggeri. Nel mese di settembre, al Leonardo da Vinci, si registra, in particolare, l’aumento del
segmento Extra UE (+4,5% nel mese) con le direttrici di lungo raggio tra cui spiccano il +25% del Centro/Sud America (+16.000 pax vs ’15), il +20,3% dell’Estremo Oriente (+23.000 pax vs. ’15) e il +4,1% del Nord America (+13.000 pax vs. 2015).
Nelle destinazioni internazionali di medio raggio risulta in crescita il traffico da/per il Medio Oriente che, rispetto a settembre 2015, fa segnare un complessivo +5,2%.
Ancora negativa, invece, l’Africa (-6,4%) a causa del perdurare della situazione di instabilità in diversi Paesi del Continente (Libia, Egitto, ecc …).
Nel domestico, sono sempre in aumento i volumi per alcune delle principali destinazioni del Sud Italia, e in particolare di Puglia e Sicilia (Bari +20,7%, Catania +4,1%) e per le mete della Sardegna (Alghero +23,4%, Cagliari +10,5% ed Olbia
+3,7%).
Buone performance anche su alcune città del Centro-Nord Italia (tra cui principalmente Bologna +31,5% e Verona +10,7%).
Con riferimento al mercato UE, il quadrimestre giugno-settembre ha confermato i volumi di traffico dello stesso periodo dello scorso anno (+0,2%). Alcune destinazioni UE risentono degli effetti legati agli episodi di terrorismo (Bruxelles, Parigi, ecc.) rispetto a mete considerate maggiormente sicure. Tra queste ultime si evidenziano la Spagna (+8,1%), la Grecia (+10,9%), Malta (+39,8%) e la Svezia (+26,2%). A Ciampino, il mese di Settembre è in linea con il traffico del 2015. Il dato del quadrimestre risulta invece alterato dal raffronto con lo scorso anno, che ha visto  uno spostamento straordinario dei voli provenienti dall’aeroporto di Fiumicino, nei mesi di giugno e luglio. I dati del Pastine, senza considerare questo particolare effetto, registrerebbero, infatti, un incremento dei volumi transitati nel quadrimestre, pari a circa il +2,0%.
I dati positivi dei due scali romani si inseriscono in un trend positivo a livello nazionale come riportato da assaeropoti, l’associazione confindustriale che riunisce gli operatori aeroportuali: nel terzo trimestre di questo anno  il traffico passeggeri è salito a 51,8 milioni di passeggeri totali, pari al +4,0% sul III trimestre 2015). A luglio 2016 sono stati registrati 17,8 milioni di passeggeri (+ 5,3% su luglio 2015); agosto 2016: 17,7 milioni di passeggeri (+ 3,2% su Agosto 2015) mentre a settembre 2016 il totale è stato di 16,3 milioni di passeggeri (+ 3,5% su Settembre 2015).
Per quanto riguarda questi primi nove mesi dell’anno i tre trimestri dicono che da  gennaio a settembre 2016 sono stati 127,1 i milioni di passeggeri negli scali italiani (+ 4,2% su Gen. – Set. 2015)
Quanto ai movimenti nel III trimestre 2016 sono stati registrati 458,3 migliaia di movimenti (+3,9% su III trimestre 2015); luglio 2016: 158,7 migliaia di movimenti (+ 3,9% su Luglio 2015); agosto 2016: 155,6 migliaia di movimenti (+4,3% su Agosto 2015)e infine a settembre 2016: 144,0 migliaia di movimenti (+ 3,6% su Settembre 2015). Gennaio – Settembre 2016: 1.158,8 migliaia di movimenti (+2,5% su Gen. – Set. 2015).
Questi i dati infine per quanto riguarda il traffico Cargo: III trimestre 2016: 254,1
migliaia di tonnellate (+ 4,9% su III trimestre 2015); luglio 2016: 93,9 migliaia di tonnellate (+ 1,1% su Luglio 2015); agosto 2016: 72,2 migliaia di tonnellate (+ 5,0% su agosto 2015); settembre 2016: 88,1 migliaia di tonnellate (+ 9,2% su settembre 2015); gennaio – settembre 2016: 757,3 migliaia di tonnellate (+ 4,3% su gen. – set. 2015).