Pd Roma, sfida Cosentino-Giuntella: ma restano le divisioni

Nessun candidato dei 4 in corsa ha superato la soglia del 50 per cento. Il 62enne Cosentino in gara con il 27enne Giuntella

0
198
pd

Fra  spinte, schiaffoni e denunce si è chiusa la scorsa settimana la votazione per il futuro segretario del Pd capitolino. Troppe tessere strillava qualcuno che magari decenni fa avrebbe fatto le scale dei palazzi in ginocchio per strapparne qualcuna ai cittadini indifferenti. Rinnovamento, rinnovamento strillavano altri magari in sostegno del giovane Lionello Cosentino, anni 62, già assessore regionale e senatore  sponsorizzato da quell’altro autorevole giovanotto, Goffredo Bettini, che giusto sabato sera a casa di Rutelli, festeggiava i suoi 61 anni fra gli abbracci della Roma contona (che conta).

In compenso il 27enne Tommaso Giuntella, sostenuto dalle diverse anime dalemian/bersaniane finalmente unite nella lotta, veniva dato per un giovane proveniente dai territori, smentito dai tenaci avversari che lo definivano come un tipico prodotto d’apparato. Alla fine della fiera Lionello vince con il 45,8% segue distaccato Tommaso al 34,22%, a tre lunghezze, il renziano Tobia Zevi con il 15,42% e distaccatala la civatiana Lucia Zabatta inchiodata al 4,55%. Nessuno ha raggiunto e superato di poco la fatidica soglia del 50 per cento: quindi spetterà mercoledì pomeriggio all’assemblea degli eletti decidere il ballottaggio fra il primo e il secondo arrivato. Da giorni, fra la generale e assoluta indifferenza popolare, le cronache locali si sbizzarriscono nel descriverci quali delicate trattative siano in corso per sventare un voto che potrebbe segnare una frattura del partito.

Da morir dal ridere per un partito che si trascina rancori, divisioni di lobby e quant’altro almeno dalla sua fondazione con Veltroni. Eppure questo Pd riesce ancora a vincere le elezioni in Regione e Comune. Mistero glorioso di una sinistra che rimane radicata più nelle menti degli elettori che sui territori. Chiunque vinca alla segreteria, rimane la ferita (o la traccia per i colpevoli) di uno spettacolo indecente anche per quelle tradizionali lobbies o correnti che un tempo si davano un minimo di aplomb. In queste condizioni rimane una pia intenzione l’argomentazione che il nuovo segretario romano possa ricondurre il sindaco Marino alla ragion politica dopo alcune sue ostentate intemperanze, perché la sua forza sta proprio nella debolezza frammentata del Pd. Che, se ci pensate bene, è anche la forza di Matteo Renzi che del partito ha bisogno per scalare le vette di palazzo Chigi. Nè più ne meno.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI CINQUE QUOTIDIANO

[wpmlsubscribe list=”9″]

È SUCCESSO OGGI...

Allarme a Santa Marinella, cisterna da 28mila kg disperde sostanza altamente tossica e corrosiva

Allarme a Santa Marinella, cisterna da 28mila kg disperde sostanza altamente tossica e corrosiva

Allarme nel comune di Santa Marinella nella sera di ieri, giovedì 22 giugno. Dalle ore 23.40 le squadre del Comando di Roma vigili del fuoco sono infatti intervenute nell'area di servizio Tirreno Ovest dell'Autostrada...

FIUMICINO: SABATO 24 GIUGNO OLTRE 200 APPUNTAMENTI ANIMANO LA “NOTTE BIANCA”

Sono oltre 200 gli appuntamenti  che domani faranno brillare la Notte Bianca del Comune di Fiumicino. Una costellazione di eventi, come recita lo slogan della manifestazione che apre la stagione estiva sul territorio. In...
civitavecchia

Operazione antimafia: arresti e sequestri record di beni e aziende per 280 milioni di...

Nelle province di Roma, Napoli, Milano e Pescara, i Carabinieri del Comando Provinciale di Roma, nel corso di una operazione condotta anche con la partecipazione dei Finanzieri del Nucleo Polizia Tributaria di Roma, stanno...

Mafia, Zingaretti: «Complimenti a forze dell’ordine e magistratura per importante operazione condotta»

“Ringrazio i Carabinieri del Comando Provinciale di Roma che insieme ai Finanzieri del Nucleo di Polizia Tributaria di Roma hanno condotto e portato a termine una delle più importanti inchieste della Procura di Roma,...
truffa pellet

Truffe per la vendita di pellet: ecco come funzionano

Associazione per delinquere finalizzata alla truff. Per questo reato il 21 giugno scorso un 65enne è stato condannato in primo grado dal tribunale di Rieti alla pena di anni 4 e mesi 8 di...