Sbloccati 665 milioni di euro per i debiti sanitari

0
104

La Regione Lazio ha sottoscritto con il ministero dell’Economia e delle Finanze, dipartimento del Tesoro, il contratto che sblocca la seconda tranche da 665 milioni di euro per i pagamenti dei debiti sanitari, nell’ambito del DL 35/2013 sul pagamento dei debiti della pubblica amministrazione.

«Questa tranche, originariamente prevista per l’anno 2014, è stata anticipata al 2013 per effetto delle disposizioni contenute nel D.L. 102-2013.Abbiamo già provveduto a pagare tutti i debiti sanitari e non sanitari riferiti alle prime tranche di anticipazioni» ha detto l’assessore al Bilancio, Alessandra Sartore.

«Pochi giorni fa – ha aggiunto – abbiamo incassato le anticipazioni di liquidità riferite alla seconda tranche di 1.363 milioni di euro per i pagamenti dei debiti non sanitari. Entro la fine del mese attendiamo l’erogazione di queste nuove somme. Non appena saranno effettivamente erogate, l’Amministrazione potrà effettuare il pagamento dei creditori».

«Prosegue lo sforzo di questa amministrazione – afferma il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti – per liberare risorse liquide finalizzate a dare stimolo al tessuto economico e produttivo regionale. Con il completamento del percorso attuativo del DL 35-2013 restituiremo ai cittadini del Lazio un bilancio più solido, riducendo di oltre il 60% l’attuale disavanzo finanziario e abbattendo in modo drastico i tempi medi di pagamento dei fornitori». (Fonte Dire)