Acqua pubblica, la Regione Lazio guarda avanti verso la nuova legge

In un convegno l'impegno della consigliera regionale per ascoltare le richieste dei comitati

0
158

Una legge regionale per dare seguito al risultato del referendum che voleva anche a Roma e nel Lazio l’acqua pubblica, bene comune da non privatizzare. Ma anche una legge per rendere più efficiente il sistema della distribuzione, ridurre gli sprechi e valorizzare davvero quel bene essenziale di cui Roma e il Lazio sono ricchi.

A oltre due anni dall’esito del referendum la consigliera regionale Cristiana Avenali è intervenuta sul tema in un incontro di studi in Regione: «Dal  primo giorno di lavoro qui in Consiglio Regionale, abbiamo fatto nostri i principi della proposta di legge popolare presentata dai Comitati per l’acqua pubblica e da moltissimi cittadini della nostra Regione. Il nostro compito come Regione, è quello di seguire la strada chiara e netta indicata dal referendum del giugno 2011 che ha detto no a qualsiasi forma di privatizzazione dell’acqua.

In questa cornice va detto che sulla questione acqua e ambiente ci troviamo ad affrontare anni di inefficienze e decisioni non assunte e  oggi  sono molte le criticità che stanno emergendo e che vanno affrontare simultaneamente. Penso al grosso deficit che la Regione Lazio ha come depurazione per il quale rischiamo provvedimenti di infrazione da parte del’Europa,  oppure alla questione arsenico che  ha visto molti comuni e cittadini impossibilitati ad accedere all’acqua.

E’ necessario perciò accelerare il processo legislativo che a partire dal principio che sull’acqua non si può speculare, tenga dentro le richieste dei cittadini e dei comitati per arrivare ad una legge che, sappia difendere e rilanciare una gestione pubblica ed efficiente della risorsa, e che allo stesso tempo la consideri e la preservi come una risorsa bene comune, indispensabile per le nostre vite». Nel 2012 i comitati per l’acqua del Lazio raccolsero oltre 37.000 firme, e più di 20 Comuni hanno deliberato a favore della proposta di legge, consegnandola a suo tempo alla Regione Lazio.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI CINQUE QUOTIDIANO

[wpmlsubscribe list=”9″]

È SUCCESSO OGGI...

Violenta rissa in pieno centro a colpi di bottiglia, arrestati 3 stranieri

I Carabinieri della Stazione Roma San Lorenzo hanno arrestato tre persone per una violenta rissa a colpi di cocci di bottiglia, scoppiata, ieri sera, in largo Talamo. In manette sono finiti un 23enne e un...
alitalia_aereo_airbus_a330_2

Alitalia, Montino: «Il Comune di Fiumicino non girerà la testa dall’altra parte»

“Il Comune di Fiumicino segue con grande apprensione e attenzione quanto sta accadendo in Alitalia. Il risultato del referendum parla chiaro con una netta affemazione del no. Ora non possiamo permetterci che un...

Roma, si aggira tra i turisti con una pistola a slave e 4 coltelli

I Carabinieri della Compagnia Speciale di Roma e della Stazione Roma San Lorenzo in Lucina hanno denunciato a piede libero un senza fissa dimora di origini Ceche di 47 anni, incensurato, con l’accusa di...

25 Aprile, partito il corteo Anpi: «Basta polemiche, oggi si festeggia»

È partito con il coro di 'Bandiera rossa', in testa i partigiani romani che sorreggono lo striscione con la scritta 'I partigiani', il corteo dell'Anpi da piazzale Caduti della Montagnola. Alla manifestazione, diretta a Porta...

Dosi di cocaina in casa, 3 albanesi nei guai

Nel corso di alcuni servizi antidroga, i Carabinieri dell’Aliquota Operativa della Compagnia di Roma Cassia hanno arrestato tre cittadini albanesi di età compresa tra i 23 e 26 anni, per detenzione e spaccio di...