Quel carrozzone del Cal, coro di no da Palestrina a Labico

0
77

Lunedì 16 e martedì 17 dicembre i consiglieri Comunali della Regione Lazio voteranno per il rinnovo del Consiglio delle Autonomie Locali. Noi abbiamo deciso di non votare. Così un gruppo di consiglieri da Labico a Palestrina hanno deciso di non partecipare al voto. E con loro inizia a costituirsi una folta schiera.

«#CambiamoVerso cominciando dalla base – si legge in una nota stampa. Basta con gli inutili carrozzoni mangiasoldi ad uso e consumo di amici degli amici. Mi auguro che in tanti possano apprezzare, condividere e soprattutto sostenere l’iniziativa. Spero che altri consiglieri comunali, come noi, decidano di seguire la stessa strada già indicata da Matteo Renzi per l’abbassamento dei Costi della Politica.

Se a livello nazionale è arrivato il momento di trasformare il Senato della Repubblica e di abolire le Province, anche a livello locale si può, anzi si deve fare a meno, senza problemi, di determinati organismi davvero inutili e autoreferenziali. Il CAL rappresenta la sede istituzionale dove gli enti locali sono chiamati ad assumere posizioni comuni in ordine alle scelte di politica legislativa e di programmazione territoriale ed economico-sociale che li vedano coinvolti o che comunque attengano ai loro interessi. Scelte a cui si può certamente prestare il massimo dell’attenzione anche senza il CAL, ovvero senza dover spendere altro denaro pubblico in poltrone e prebende. È nostra ferma convinzione che, a tale proposito, Consigli Comunali e Consiglio Regionale siano già più che sufficienti se ognuno fa in modo proficuo, corretto e trasparente il proprio lavoro».

 

RICEVI TUTTE LE NOTIZIE SULLA REGIONE LAZIO DIRETTAMENTE NELLA TUA MAIL

[wpmlsubscribe list=”51″]