Sottile saluta e rilancia Monti dell’Ortaccio

0
91

Gli scatoloni sono lì in bellavista, all’ingresso della segreteria che porta al suo studio. Alcuni sono ancora da assemblare, pronti ad accogliere raccoglitori che contengono un anno e mezzo di lavoro. L”Epifania quest”anno non ha portato via solo le feste ma, almeno a Roma, anche il commissario ai Rifiuti. E’ scaduto oggi il mandato di Goffredo Sottile dopo poco più di un anno e mezzo (venne nominato dal governo il 25 maggio 2012), come previsto dal decreto del ministro dell”Ambiente, Andrea Orlando, dello scorso 27 giugno.

Sottile sarà l”ultimo commissario ai rifiuti della Capitale? E’tutto da vedere, perchè tra giovedì e venerdì dovrebbe esserci un incontro tra il ministro, il sindaco di Roma e il presidente della Regione, e secondo alcuni rumors la figura del commissario dovrebbe restare ma non sarà quella di Sottile. Che, comunque, puo” chiudere la sua esperienza con almeno un paio di successi, come ha raccontato lui stesso in un’intervista concessa all”agenzia Dire.

«Rimane il problema della discarica. L”abbiamo cercata, facendo il giro di Roma e dintorni, questa soluzione adottata, cioè portare gli scarti fuori dal Lazio, funziona anche se costa. La proposi io stesso all”inizio del mandato, venni coperto dalle ingiurie di tutti, poi le ingiurie sono diminuite, ci si è ragionato sopra e si è arrivati a questa soluzione che pero” non può essere definitiva. Coloro che da domani si occuperanno di questo problema dovranno trovare una soluzione».

Quella di Sottile è la seguente: «Serve il potenziamento degli impianti. Occorre un altro tmb perché mette in sicurezza il sistema. Stamattina l”impianto Ama di Rocca Cencia si è fermato e siccome siamo al limite, tutto il sistema entra in sofferenza (stando a quanto si apprende il guasto dovrebbe comportare un fermo per 24/36 ore ma senza ripercussioni sulla raccolta, ndr). Ora si parla di sistemi nuovi per cui si arriva al recupero totale del rifiuto senza arrivare alla termovalorizzazione. Ben vengano ma occorre ancora un po” di tempo.

La carenza che voglio sottolineare è quella sugli impianti di compostaggio che, andando avanti sulla raccolta differenziata, devono proporzionalmente aumentare. Servono una o più discariche di servizio, magari piccole, dislocate in varie zone. Sottile su questo punto era andato talmente avanti da rilasciare a fine dicembre del 2012 l”autorizzazione integrata ambientale per il progetto del Colari a Monti dell”Ortaccio.

«Perché” tante difficolta” nel trovare una discarica? Perche” c”è una grande disinformazione. Una discarica deputata a ricevere il rifiuto trattato, ben gestita e controllata non costituisce un pericolo per gli abitanti ne” per gli addetti alle lavorazioni. Quell”aia rilasciata da me conteneva dei presidi fortissimi e tutte le osservazioni fatte dagli enti erano state trasformate da me in prescrizioni. L’autorizzazione prevedeva la presentazione di uno studio idrogeologico, ora ce ne sono due e aspettiamo che il Tar decida: penso nominerà un consulente. Ma se non c”inquinamento della falda quella di Monti dell”Ortaccio, in assenza di altre soluzioni, resta una possibilita” concreta. E” vicina agli impianti e se gestita accortamente non costituisce un pericolo».

Con la fine del commissariamento termineranno anche alcuni provvedimenti che Sottile aveva preso per aiutare Roma a trattare i suoi rifiuti: “Da oggi viene meno la possibilità di portare il rifiuto agli impianti tmb di Viterbo e Albano. Continuera” ad operare il tritovagliatore della Colari”. In realta” secondo quanto apprende l”agenzia Dire, il Comune si sarebbe gia” attivato con la Regione per rinnovare l”autorizzazione a inviare in caso di necessita” una quota dei rifiuti nei tmb di Viterbo e Albano. Insomma, finisce la gestione commissariale di Sottile che saluta cosi”: “I poteri straordinari aiutano, ma non devono essere necessariamente fare capo a un commissario, possono essere esercitati anche da un presidente di Regione o da chiunque altro venga ritenuto idoneo».

RICEVI TUTTE LE NOTIZIE SULLA REGIONE LAZIO DIRETTAMENTE NELLA TUA MAIL

[wpmlsubscribe list=”51″]