Regione Lazio, trovata un’altra microspia nell’ufficio di Fegatelli

0
96

L’onda lunga delle microspie in Regione non si arresta e passa dalla sede della giunta regionale a un altro importante palazzo, quello di via del Serafico, in zona Laurentina. Nella mattinata di giovedì infatti un’altra cimice è stata rinvenuta negli uffici della Regione Lazio, quelli che ospitano la sala riunioni utilizzata dal dirigente Luca Fegatelli, destinato dall’amministrazione regionale all’Abecol e nei giorni scorsi arrestato nell’ambito dell’inchiesta sui rifiuti che ha toccato anche il re delle discariche Manlio Cerroni.

Secondo le prime informazioni il ritrovamento della microspia è stato effettuato proprio negli uffici destinati all’agenzia per i beni confiscati (l’Abecol appunto). Autore del ritrovamento un dipendente degli uffici regionali.

Secondo le prime testimonianze anche questo apparato era di fabbricazione artigianale e si trovava all’interno dell’imbottitura di una poltrona della sala riunioni. Sulla vicenda sono in corso le indagini dei Carabinieri. Nei giorni scorsi una cimice era stata trovata nella sala riunioni degli uffici adiacenti alla stanza del presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti.

RICEVI TUTTE LE NOTIZIE SU REGIONE LAZIO DIRETTAMENTE NELLA TUA MAIL

[wpmlsubscribe list=”51″]