Regione Lazio, chiusi i “Creia”: risparmio di 5 milioni l’anno

Si tratta dei Centri regionali di Educazione ambientale, il presidente Zingaretti: “Continuiamo a eliminare enti inutili”

0
174
Regione Lazio, chiusi i Creia: risparmio per 5 milioni l’anno nicola zingaretti

Nell’ambito della razionalizzazione della spesa, la Regione Lazio ha proceduto alla chiusura dei Centri regionali di Educazione ambientale, i cosiddetti Creia. Una scelta portata a compimento con la delibera 35/2014 approvata dalla giunta regionale, ultimo atto di un iter iniziato nel mese di maggio dello scorso anno con l’interruzione dei fondi destinati alla realizzazione di nuovi progetti e lasciando esaurire gli ultimi pendenti, portati a termine regolarmente entro il 2013.

Al personale a tempo determinato, nel mese di agosto, non è stato rinnovato il contratto mentre, con una determinazione del 26 settembre 2013, è stata disposta la cancellazione di tre uffici istituiti presso i Creia e, con un’altra del 27 settembre, è stato assegnato il personale non dirigenziale alle strutture organizzative di base della Direzione regionale Infrastrutture, politiche abitative e ambiente. Adesso seguiranno tutti gli atti necessari alla riorganizzazione delle strutture, assicurando la continuità dell’azione amministrativa. Complessivamente con la chiusura dei Creia la Regione risparmierà circa 5 milioni di euro l’anno. “Con questa decisione continua e si rafforza l’azione di riforma della struttura regionale e di eliminazione degli enti inutili – afferma il Presidente della Regione Nicola Zingaretti – Un percorso coerente che ha già visto arrivare in porto la chiusura di Asp, l’Agenzia di Sanità Pubblica, le cui attività sono state internalizzate, e l’approvazione della legge che unifica le 5 società del Gruppo Sviluppo Lazio in un’unica società a sostegno dello sviluppo e delle imprese.

Due scelte che comporteranno una maggiore efficienza e qualità degli interventi e risparmi fino a 12 milioni di euro l’anno. Nei prossimi giorni sarà pronta la legge che unifica anche le tre società che operano nel settore della mobilità e dei trasporti, anche qui con un risparmio stimabile in almeno 3 milioni di euro. Il Lazio volta pagina. In pochi mesi siamo riusciti a fare quello che nessuno aveva mai fatto. Non sono annunci ma fatti concreti con cui stiamo rilanciando il ruolo e la credibilità di questa Regione portandola fuori dall’emergenza”.

RICEVI TUTTE LE NOTIZIE SULLA REGIONE LAZIO DIRETTAMENTE NELLA TUA MAIL

[wpmlsubscribe list=”51″]

È SUCCESSO OGGI...

Torre Argentina, carabinieri arrestano 3 clonatori in azione

I Carabinieri della Stazione Roma San Lorenzo in Lucina hanno arrestato 3 cittadini bulgari di età compresa tra i 32 e i 36 anni, tutti nella Capitale senza fissa dimora e con precedenti, con...

Elezioni: Pd in difficoltà, avanza il centrodestra. I grillini conquistano Guidonia

Un bilancio a dir poco terrificante per il Pd di Renzi che minimizza la sconfitta e plaude a Emiliano che in Puglia vince a Lecce e Tranto, ma perde roccaforti storiche quali Genova e...

Nettuno, poliziotto libero dal servizio sventa un furto in un negozio

Era libero dal servizio, l'agente della Polizia di Stato, che la scorsa notte, mentre si trovava nei pressi della propria abitazione, ha udito alcune voci provenire dalla strada e, insospettito dal fatto che due...

Mini fuga da Roma su due ruote per il ponte di San Pietro e...

Quest’anno sono ben quattro i giorni che aspettano i tanti turisti dell’Urbe per rilassarsi in riva al mare o, perché no, su due ruote! HYPERLINK "https://www.trueriders.it/"TrueRiders ha raccolto i dati e le preferenze dei...
Controlli dei Carabinieri auto notte movida

Rignano, furto in 2 supermercati: 3 persone arrestate

I Carabinieri della Stazione di Rignano hanno arrestato tre cittadini romeni – due uomini di 23 e 46 anni e una ragazza di 21 anni, tutti con precedenti - con l’accusa di furto all’interno...