Regione Lazio, record di domande per diventare giovani agricoltori

0
67

Un grande successo per i 320 ettari di terreni demaniali tra la provincia di Roma e quella di Viterbo messi a disposizione dalla Regione Lazio con il bando per l’affitto delle terre pubbliche agli under 40. E a fare un primobilancio dell’operazione è l’Arsial, l’agenzia regionale per l’agricoltura che segue tutta la vicenda. All’Arsial sono arrivate infatti in pochi giorni oltre 350 domande di partecipazione e sono oltre 100mila i contatti avuti.

BANDO APERTO PER 60 GIORNI –  «Colgo l”occasione- prosegue Rosati- per ripetere che il bando, uscito martedì scorso, sarà aperto per 60 giorni. A tutti quelli che hanno partecipato ribadisco anche che bisogna ripetere questa domanda, perché ora va incardinata anche giuridicamente nel bando». L’obiettivo finale è assegnare a giovani agricoltori piccole porzioni dei 350 ettari divisi in 8 appezzamenti del patrimonio dell’agenzia regionale a giovani agricoltori. Molti di loro hanno studiato agraria o economia, e ora cercano di mettere a frutto le loro capacità anche grazie ad alcuni vantaggi offerti dall’iniziativa regionale.

TRE IMPORTANTI STIMOLI ALL’IMPRESA – «Ci sono tre importanti incentivi – spiega Rosati –  Coloro che vinceranno non pagheranno per i primi tre anni il canone di affitto, ma inizieranno a farlo solo all”inizio del quarto anno. La seconda forma di incentivo riguarda i 150mila euro che abbiamo già stanziato per le prime spese immediate e vitali, tra cui allacci, luce, corrente; in più 500mila euro, garantiti dal patrimonio Arsial, saranno depositati in un’agenzia confidi in maniera tale che questi soldi potranno generare circa 8 milioni di investimenti, che verranno garantiti a un tasso inferiore grazie all’Arsial come garanzia».

RICEVI TUTTE LE NOTIZIE SU REGIONE LAZIO DIRETTAMENTE NELLA TUA MAIL

[wpmlsubscribe list=”51″]