Regione Lazio, 65 milioni per l’internazionalizzazione delle imprese

0
74

Aerospazio, agroalimentare, arredo-design, automotive, bioscienze, economia del mare, Ict, industria culturale, restauro e tecnologia delle costruzioni e infine il sistema moda.

STIMOLO ALLA COMPETITIVITÀPer rendere più competitivo il territorio e attrarre e valorizzare talenti, capitale umano e finanziario nasce ”Lazio international”, la strategia della Regione per l’internazionalizzazione del sistema produttivo, presentato oggi alla Farnesina dal governatore Nicola Zingaretti, alla presenza del ministro degli Esteri, Federica Mogherini. In sala, oltre al viceministro per lo Sviluppo economico, Carlo Calenda, e all’assessore regionale Guido Fabiani, anche molti imprenditori del territorio e rappresentanti diplomatici.

SODDISFATTO ZINGARETTI – «Oggi è una giornata importante perché il Lazio per la prima volta nella sua storia presenta il Piano regionale per l”internazionalizzazione e lo fa in un contesto italiano, il ministero degli Affari esteri, in un appuntamento concluso dal viceministro Calenda con gli interventi degli imprenditori locali. Abbiamo cioè finalmente ricostruito le condizioni per essere vicini a chi vuole esportare ma finora non ha potuto perché non c’era una politica».
Il pacchetto di interventi è finanziato, per la prima volta, con 65 milioni di euro complessivi: 20 milioni di euro dal bilancio regionale per il periodo 2014-2016, di cui 11,4 milioni per l”anno corrente. A queste risorse si aggiungono gli oltre 45 milioni in arrivo dai fondi Ue 2014-2020. Lo scopo è ridurre così il gap tra il contributo del Lazio alla formazione del Pil italiano, pari circa all’11%, e l’incidenza delle sue esportazioni sul totale nazionale, pari al 4,7%.

RICEVI TUTTE LE NOTIZIE SU REGIONE LAZIO DIRETTAMENTE NELLA TUA MAIL

[wpmlsubscribe list=”9″]