Regione Lazio, Osservasalute: territorio sempre più longevo

0
83

Lazio regione sempre più longeva. Lo rivela quest’anno, tra i molti dati pubblicati, il rapporto “Osservasalute”, l’analisi dello stato di salute della popolazione e della qualità dell’assistenza sanitaria nelle regioni italiane presentato al Gemelli da Walter Ricciardi, direttore dell’Osservatorio nazionale sulla salute nelle regioni italiane. Il rapporto è frutto del lavoro di 165 esperti che operano presso università e numerose istituzioni pubbliche nazionali, regionali e aziendali.

SPERANZA DI VITA ALLA NASCITA – Nel Lazio la speranza di vita alla nascita è per i maschi pari a 79,1 anni (media italiana 79,4). Per le femmine la speranza di vita alla nascita è pari a 84,3 anni (valore medio italiano 84,5). Per i maschi di 0-84 anni in regione si registra un guadagno di 120 giorni per la speranza di vita ottenuto grazie alla riduzione della mortalità per tumori (guadagno medio nazionale è di 116 giorni); un guadagno di 111 giorni per ridotta mortalità per malattie del sistema circolatorio (guadagno medio italiano 133 giorni); i maschi hanno infine guadagnato 15 giorni per ridotta mortalità per disturbi psichici, malattie del sistema nervoso ed organi di senso (guadagno medio italiano 6 giorni). Per le donne in regione la speranza di vita ha beneficiato di un guadagno di 15 giorni ottenuti grazie alla riduzione della mortalità per tumori (guadagno medio nazionale è di 31 giorni); di 158 giorni per ridotta mortalità per malattie del sistema circolatorio (guadagno medio italiano 117 giorni); e una perdita di un giorno per aumentata mortalità per disturbi psichici, malattie del sistema nervoso ed organi di senso (perdita medio italiano 11 giorni).

MORTALITÀ DELLA POPOLAZIONE – Nel Lazio la mortalità (dati 2010) è pari a 105,5 per 10.000 abitanti tra i maschi, contro una media nazionale di 105,9 per 10.000, mentre è pari a 66,9 per 10.000 tra le donne (contro una media nazionale di 66,8 per 10.000). Per quanto riguarda i tassi di mortalità per alcune cause (2010) il Lazio presenta, nella classe di età 19-64 anni, una mortalità per tumori tra i maschi pari a 9,6 per 10.000 (vs un valore medio nazionale di 10,2 per 10.000) e una mortalità per malattie del sistema circolatorio di 6,1 per 10.000 (vs un valore medio nazionale di 5,2 per 10.000). Tra le femmine la mortalità per tumori è pari a 7,5 per 10.000, (vs un valore medio nazionale di 7,7 per 10.000) e la mortalità per malattie del sistema circolatorio di 2,5 per 10.000 (vs un valore medio nazionale di 1,8 per 10.000).

RICEVI TUTTE LE NOTIZIE SU METEO ROMA DIRETTAMENTE NELLA TUA MAIL

[wpmlsubscribe list=”51″]