Regione Lazio, a Rocca Priora la nuova Casa della salute

0
259

Con Rocca Priora sale a tre il numero delle Case della salute aperte dalla Regione Lazio, dopo quelle di Sezze e Pontecorvo. A tagliare il nastro della nuova struttura, realizzata dove si trovava l”ex ospedale Antonio e Carlo Cartoni chiuso a luglio del 2010, sono stati questa mattina il governatore Nicola Zingaretti, il sindaco di Rocca Priora, Damiano Pucci, il dg della Asl RmH, Fabrizio D’Alba, e il presidente della commissione regionale Politiche sociali e Salute, Rodolfo Lena. Le Case della salute sono la sede territoriale a cui rivolgersi per i diversi servizi socio-sanitari tra cui quelli per le patologie croniche come ad esempio il diabete o l’ipertensione.

I NUOVI SERVIZI – In particolare nella struttura di Rocca Priora sono già attivi uno sportello prenotazioni (Cup) e informazioni sanitarie (Pua); l’assistenza primaria garantita dai medici di medicina generale e pediatri di libera scelta dalle 8 alle 20, sabato e prefestivi dalle 10 alle 20 e festivo dalle 8 alle 20. E ancora, sono disponibili servizi di primo intervento e punto di soccorso mobile 118; ambulatori attrezzati a disposizione dei medici medicina generale; attività specialistiche (allergologia, cardiologia, medicina sportiva, odontoiatria, oculistica e ortopedia); gestione malati con patologie croniche e degenerative; centro prelievi; attività di diagnostica (radiologia); consultorio familiare; centro antifumo; centro diurno demenze; ambulatorio malattie apparato respiratorio; centro antiviolenza. Entro la fine dell’anno sarà inoltre attiva un’area con posti letto a gestione infermieristica.

31 MILIONI DI INVESTIMENTO – La Casa della salute servirà i comuni di Colonna, Frascati, Grottaferrata, Monteporzio Catone, Montecompatri, Rocca di Papa e Rocca Priora. All’inaugurazione hanno partecipato anche il presidente del Consiglio regionale, Daniele Leodori, il suo vice Massimiliano Valeriani, il capogruppo del Pd alla Pisana, Marco Vincenzi, e quello della Lista civica Zingaretti, Michele Baldi. Per Nicola Zingaretti le Case della salute rappresentano un nuovo modo di fare sanità vicine  ai cittadini e nascono all’interno di strutture chiuse 4 anni fa “con la promessa non mantenuta di aprirne di nuove”. Solo  sulle Case la Regione sta investendo 31 milioni per ammodernare i servizi e rendere più accoglienti gli spazi.  Per quanto riguarda l’ ospedale dei Castelli in costruzione  il governatore ha spiegato che non era previsto nei piani sanitari, ma che si conta di completarlo entro i primi mesi del 2017 integrandolo nella  rete socio-sanitaria regionale.

ATTENZIONE PER I CASTELLI ROMANI – “L’avvio della nuova casa della salute di Rocca Priora, conferma l’attenzione della Regione Lazio per rafforzare e implementare l’offerta sanitaria nell’area dei Castelli Romani. Un impegno volto a dotare il territorio di nuove strutture sanitarie, aumentare le prestazioni specialistiche di prevenzione e diagnosi, rafforzare la rete assistenziale. La via maestra, insomma,  per quel nuovo modello di sanità, meno costoso, più efficiente e razionale, centrato sulla qualità dei servizi sanitari, in grado di garantire efficacemente la tutela della salute dei cittadini”. Lo dichiara Marco Vincenzi, capogruppo del Partito Democratico al consiglio regionale del Lazio, che ha partecipato questa mattina all’inaugurazione della nuova casa della salute di Rocca Priora.

RICEVI TUTTE LE NOTIZIE SULLA REGIONE LAZIO DIRETTAMENTE NELLA TUA MAIL

[wpmlsubscribe list=”51″]