Regione Lazio, Zingaretti spiega la riforma sanitaria a Bracciano

Incontro presso l'Aula Conferenze dell’Archivio Storico per l'iniziativa “Sanità nel quadrante del distretto F/3 della Asl Rm F”

0
288

«A #Bracciano. Con sindaci e persone per una buona notizia: l’ospedale è salvo RegioneLazio #riformasanitaria». Con un tweet il presidente Zingaretti sintetizzava oggi pomeriggio quanto illustrato in Aula delle Conferenze dell’Archivio Storico, a Bracciano. Titolo dell’iniziativa, “Sanità nel quadrante del distretto F/3 della Asl Rm F”. Scopo, illustrare il decreto 97 del 2015 sulla riorganizzazione della rete ospedaliera della Asl Roma F.

L’atto, firmato il 21 maggio scorso, rimodula l’offerta ospedaliera e sanitaria dei due presidi di Bracciano e Civitavecchia, attraverso la formazione di un unico polo Ospedaliero che unisce l’ospedale San Paolo di Civitavecchia ed il Padre Pio di Bracciano. Il nuovo decreto punta a soddisfare il fabbisogno dell’utenza complessiva degli abitanti che ammonta a circa 80mila persone e che proviene anche da Asl confinanti. Alla conferenza di presentazione del progetto, erano presenti, oltre ai sindaci dei comuni interessati dalla rete ospedaliera Asl Roma F, e al direttore generale Asl Roma F Giuseppe Quintavalle, il presidente del consiglio regionale del Lazio Daniele Leodori e il capogruppo Pd alla Pisana Marco Vincenzi.

Nello specifico, lo stabilimento di Civitavecchia manterrà la funzione di Ospedale sede di Dea di l livello e a quello di Bracciano andrà, invece, la funzione di Pronto Soccorso, con un incremento dei posti letto che saliranno, così, a un totale di 57, 25 nel reparto chirurgia, 2 in terapia intensiva post-chirurgica e 4 all’OBI (Osservazione breve intensiva), un servizio che viene allestito per la prima volta all’interno del Padre Pio di Bracciano e che consente la permanenza del paziente da zero a 36 ore.

Al reparto di osservazione breve intensiva vengono inviati dai medici del Pronto Soccorso casi con patologie che non necessitano di ricovero immediato, ma di una terapia con osservazione per alcune ore e di un approfondimento diagnostico. Soddisfazione è stata espressa dal sindaco di Bracciano Giuliano Sala. «Sappiamo che quello che è stato fatto è un grandissimo sforzo da parte di una Regione commissariata – ha detto –, ma quando le istituzioni si confrontano si riesce sempre a raggiungere un obiettivo».

[form_mailup5q lista=”regione lazio”]

È SUCCESSO OGGI...