Turismo, Zingaretti inaugura il centro visitatori della necropoli di Cerveteri

Nuovo slancio ai servizi con un finanziamento di 400mila euro della Regione Lazio

0
255

Era il 4 luglio dello scorso anno quando Nicola Zingaretti e il Sindaco di Cerveteri Alessio Pascucci tagliarono il nastro della nuova via di accesso alla “Necropoli della Banditaccia”, area che continuava ad essere oggetto di numerosi cantieri aperti per il miglioramento dei servizi turistici. Nel corso di quella conferenza stampa l’Amministrazione comunale rese noti i primi risultati del forte sforzo di rilancio per la Necropoli della Banditaccia. che nel periodo Gennaio-Maggio 2014 aveva rilevato un incremento di accessi del 16,75% rispetto allo stesso periodo del 2013. Ancora meglio il “Museo Nazionale Cerite”, che sorge nel cuore del centro storico di Cerveteri, che nel periodo Gennaio-Giugno del 2014 aveva aumentato i propri visitatori del 44,68% rispetto allo stesso periodo del 2013. In particolare nel solo mese di maggio del 2014 il Museo aveva triplicato rispetto all’anno precedente i visitatori paganti.

Realizzato il collegamento di bus-navetta gratuito per gli utenti, che ogni giorno parte dalla Stazione ferroviaria di Marina di Cerveteri per portare i turisti alle spiagge (e da qui alla Necropoli della Banditaccia), mancava un tassello che è stato inaugurato proprio questa mattina: un moderno centro di accoglienza con biglietteria, didattica e informazioni. Questo è il nuovo Visit Center che sorge accanto alla necropoli etrusca inaugurato oggi dal presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, dal sindaco di Cerveteri, Alessio Pascucci e dalla Soprintendente ai Beni archeologici del Lazio, Alfonsina Russo. La Regione Lazio ha stanziato 400 mila euro per questo progetto, a cui si aggiungono gli 80 mila euro finanziati dal Comune di Cerveteri.

L’intervento è una tappa importante del programma regionale di interventi di realizzazione del sito Unesco delle Necropoli di Cerveteri e Tarquinia, che comprende anche il Parco di Vulci. L’obiettivo è quello di realizzare un Sistema delle Città d’Etruria del Lazio. «Questo è uno dei siti archeologici più importanti del Mediterraneo, con oltre 60 mila ingressi l’anno – ha detto Zingaretti – ma c’era un deficit di struttura assolutamente evidente, a cominciare dai bagni o da un Visit Center degno di questo nome. Ora anche questa lacuna è stata superata». «Avevamo un sogno, ossia che nascesse un punto di accoglienza vero dentro la Necropoli – ha detto Pascucci – Finalmente è stato realizzato e soprattutto abbiamo i bagni, motivo per cui i croceristi non arrivavano. Il prossimo obiettivo sarà consentire di celebrare matrimoni civili nell’area della necropoli, dove è stato trovato il sarcofago degli sposi.»

Il sindaco ha inoltre annunciato che sono in fase di conclusione i lavori che riguardano la riapertura dell’antico sentiero pedonale, che collega il sito alla città con una passeggiata di dieci minuti, la messa in sicurezza della strada, il sistema di videosorveglianza, l’illuminazione notturna e l’abbattimenro delle barriere architettoniche. Per la Soprintendente Russo «il Visitor Center rappresenta il raccordo ideale tra l’area interna e quella esterna. L’appello che faccio a Zingaretti – aggiunge – è quello di avere come prossimo obiettivo la valorizzazione della parte restante, circa 30 ettari all’esterno.»

È SUCCESSO OGGI...