Rugby Serie B/4: Bel momento per il Segni

0
54

 

Quante sorprese. E' proprio il caso di dirlo: anno nuovo, vita nuova. Peccato che alcune di queste non si concretizzino fino in fondo, altrimenti se ne sarebbero viste davvero delle belle. L'unica squadra di vertice che esce veramente rinforzata da questo turno è il Segni: il successo per 30- 19 con la Primavera è difficile e sudato, ma la formazione di Vari viaggia ormai ai ritmi dell'anno scorso e, pur con qualche difficoltà, riesce sempre a trovare il bandolo della matassa anche nelle situazioni più delicate.

L'Avezzano è sempre distante 5 punti, ma per gli abruzzesi contro il Benevento scatta qualche piccolo campanello d'allarme e i 5 punti stavolta giungono come una manna dal cielo, visto che i campani neopromossi meriterebbero miglior sorte e fanno di tutto per tornare a casa con un punticino. Tra l'altro il presidente del Segni Augusto Priori, proprio nei giorni scorsi, ha ritirato il premio speciale Ciar nella sala consiliare del Comune di Prato, per i 42 anni di eccellente attività e per meriti sportivi. Un riconoscimento di cui andare orgogliosi, visti anche i risultati sul campo. Ancora una bocciatura invece per il Frascati, che sta dilapidando quanto di buono costruito nella prima parte del campionato e cede per 20-11 sul terreno di un'ostica Partenope, che legittima la vittoria con una gara di sostanza e sacrificio.

Gara compromessa sin dalle battute iniziali e secondo posto ceduto proprio al Segni, con l'arrembante Colleferro che incalza a 10 punti di distanza ma con una partita ancora da recuperare. L'altra copertina di giornata va proprio alla formazione di Montella, che trova sulla sua strada un avversario più che morbido, ma legittima con la forza di un collettivo in crescita esponenziale le sue ambizioni di alta classifica. Il 52-7 finale è emblematico, con il Salento T. che si deve accontentare delle briciole concesse dai rossoneri nel primo tempo. Ancora una sconfitta per la Neroniana Anzio, che proprio non riesce a tornare sui livelli di inizio campionato e cede per 20-14 sul terreno del Gran Sasso: per i biancazzurri resta la consolazione di un punticino su uno dei campi più difficili del girone, ma è chiaro che servirà ben altro per rivitalizzare una classifica divenuta asfittica.

Nel prossimo week-end inizia il girone di ritorno: occhi puntati sul derby tra Colleferro e Segni, vero e proprio big-match di giornata che costituirà per le due formazioni un interessante banco di prova per testare il proprio livello attuale. Impegno arduo anche per il Frascati, che cercherà riscatto in casa di un Gran Sasso in ottima forma e per nulla disposto a fare sconti. Per la Neroniana, infine, c'è l'ostacolo Benevento sulla propria strada, ma per la formazione marittima l'imperativo è quello di vincere per mettersi definitivamente alle spalle un periodo assai critico.