Rugby, gran giornata per le tre romane

0
33

 

Tre su tre. La "domenica bestiale" delle compagini capitoline impegnate nel girone 4 della serie B di Rugby si conclude con un en-plein dal grande peso specifico, in un momento assolutamente cruciale del campionato. Peccato solo che il Segni sia stato costretto al riposo forzato, a causa della neve caduta sul capoluogo lepino nella nottata di sabato: il big-match contro la capolista Avezzano è stato rinviato a data da destinarsi, un vero peccato perché i rossoverdi di coach Vari venivano da un momento assolutamente positivo e sembravano avere tutte le carte in regola per ridurre ulteriormente le distanze dalla vetta.

Ad approfittare della situazione è il Frascati, che aggancia momentaneamente la seconda piazza battendo con un perentorio 20-8 un coriaceo Palermo. Partono bene i padroni di casa, che trovano il vantaggio al 10' con Benedetti. I nero-arancio, però non ci stanno e riaprono i giochi con un piazzato di Guido Cozzo, appena entrato. Il Frascati è ben lungi dall'alzare bandiera bianca e spinge ancora, conquistando di nuovo l'area di meta dei Palermitani con Guardiano. La Torre tiene aperta la partita segnando la meta del 10-8. Nella ripresa però non c'è storia: il Frascati aumenta i ritmi e annulla tutte le velleità dei siciliani con la meta di Scotti e il sigillo finale di Benedetti.

Dopo il nefasto epilogo del derby, si riscatta il Colleferro di Daniele Montella: i rossoneri espugnano Benevento con il punteggio di 8-12 e si rilanciano al quarto posto in classifica, con una partita ancora da recuperare. Subito padroni di casa avanti con Falivene che, di gran carriera, infila la difesa ospite. Il Colleferro però non ci sta e reagisce veementemente guidato dalla sapiente regia di Fabio Leo. I rossoneri lavorano ai fianchi l'avversario e recuperano progressivamente terreno, chiudendo sull'8-7 la prima frazione grazie a una meta tecnica e alla conseguente trasformazione di Fabio Leo. Il copione non cambia nella ripresa, con Petronel Ionescu che schiaccia l'ovale in meta e sigla il definitivo sorpasso. Vittoria e sofferenza anche per la Neroniana Anzio, che vede le streghe sul campo del Salento Trepuzzi, ma alla fine conquista un 15-16 che rappresenta un'autentica boccata d'ossigeno per la classifica.

Il Trepuzzi disputa un ottimo primo tempo, propone un gioco veloce e realizza due mete, chiudendo la prima frazione in vantaggio per 15-8. Nella ripresa però arriva la reazione dei marittimi, che accorciano sul 15-13. Quando la sconfitta sembrava inevitabile, arriva il drop risolutore che fissa il definitivo sorpasso. Nel prossimo turno da seguire con particolare attenzione il derby tra la stessa Neroniana e il Frascati. Trasferta impegnativa per il Segni sul campo del Gran Sasso, mentre il Colleferro se la vedrà tra le mura amiche con la Primavera Rugby.