La Virtus cede a Cantù con un 74-79

0
40

 

Non basta il carattere alla Virtus Roma per conquistare due punti a Cantù. Complice una partenza sottotono i giallorossi si arrendono per 79-74 di fronte alla formazione allenata da Trincheri.

A rendere meno amaro il passivo per la Virtus è soprattutto l'ultimo periodo quando i capitolini, sotto di venti lunghezze a cinque minuti dalla fine, trovano la forza di riaprire un match che sembrava chiuso, arrivando a 1'46 dallo scadere con Washington che ha in mano la palla del -6 ma sbaglia, gettando al vento ogni speranza di rimonta da parte della Virtus Roma.

«Abbiamo subito una bruttissima partenza che di fatto ha condizionato il resto del- l'incontro – commentail coach Sasa Filipovski -. A quel punto abbiamo provato ad alzare l'intensità di gioco per rientrare in partita. Un peccato non esserci riusciti». In casa Lottomatica adesso ci sono dieci giorni di tempo per "tirare il fiato" e provare a recuperare i giocatori, ultimo Traoré, uscito dal campo per una distorsione al ginocchio (contusione ossea con piccola lesione meniscale).

Con il campionato e l'Eurolega fermi, il prossimo impegno per il team di Filipovski è per il 17 febbraio, quando a Roma arriverà il Barcellona.

 

pp