Elisa Bianchi: la ginnastica nazionale a Sanremo

0
50

E’ bello conoscere i campioni fuori da quello che è il loro “campo di esibizione” se ne scoprono la simpatia, i valori e i sacrifici su cui fondano la loro vita e i loro successi. Sì perchè alla fine non ci sono solo gli allenamenti, le gare, le medaglie e i trofei, ma dietro ad ogni atleta c’è una famiglia, gli amici, gli affetti più cari e un paese di origine.

Ed è questo ritratto di Elisa Blanchi, la ginnasta di Lariano che insieme alle compagne forma quel gruppo chiamato “farfalle azzurre” che ha vinto medaglie di ogni colore agli Europei e ai Mondiali di ritmica dal 2003 ad oggi, oltre a uno spettacolare argento alle Olimpiadi del 2004, che viene fuori da un servizio che la Rai ha girato nella casa della famiglia Blanchi ai Castelli Romani, dove Elisa è cresciuta e ha mosso i primi passi di “danza”.
 
Ma il momento è d’oro per la giovane ginnasta, perchè la tv è sempre più affascinata da queste ragazze che hanno saputo cambiare la storia della ginnastica italiana. Elisa e compagne, infatti, saranno presenti anche alla prima serata del Festival di Sanremo (in onda il 15 febbraio). Un’apparizione dietro l’altra in attesa di tornare presto ad esibirsi sulle “pedane” di mezzo mondo, ma sempre allenandosi con costanza. La tv, però, permette al pubblico di conoscere così una disciplina nobile che regala tante soddisfazioni allo sport azzurro, magari meno nota di tante altre. Ma le vittorie di Elisa e compagne non passano inosservate. 
 
A fine gennaio, infatti, a Milano in occasione del famoso premio “Gianni Brera – sportivo dell’anno 2010”, intitolato al noto giornalista,  la Nazionale di ritmica ha ricevuto l’ambito riconoscimento insieme alla formazione dell’Inter. Le farfalle azzurre, campionesse del mondo a Miè nel 2009 e a Mosca nel 2010, sono state accompagnate a ritirare il premio dalla brava  allenatrice Emanuela Maccarani (che ha costruito i successi di questo gruppo di ragazze) e dalla presidente del Comitato Regionale Lombardia Luisa Riboli. E’ il momento di godersi questa popolarità, ma noi le attendiamo presto in pista, magari per mettersi una nuova medaglia al collo!