Pomezia pensa in grande: Campobasso avvisato

0
25

 

Cercasi punti disperatamente. Il Pomezia di mister Farris è atteso dalla prova della verità. Domani al Comunale di via Varrone (ore 14.30) contro un avversario abbordabile come il Campobasso non saranno ammessi passi falsi se si vuole continuare a pensare in grande. Nel 2011 il team rossoblu non ha ancora brindato ai tre punti, considerando che negli ultimi quattro match il bottino recita  tre pari e una sconfitta. 
 
«Domani è una sorta di prova di appello per il gruppo – ha sentenziato il dg Claudio Tanzi -. La squadra ha il dovere di tornare alla vittoria se si vogliono alimentare ancora ambizioni di alta classifica. Il problema più evidente incontrato dai ragazzi credo sia individuabile nella scarsa vena realizzativa del reparto offensivo, anche se poi sarebbe ingeneroso attribuire colpe eccessive a talenti puri come Macciocca e Virdis.
 
Anche quest’ultimo, arrivato a gennaio si è sacrificato in un lavoro prezioso di sponde per favorire gli inserimenti dei centrocampisti. Se dalle corsie esterne Colantoni o chi per lui non riesce a fornire palloni invitanti, non si può attribuire la responsabilità solo alle punte. Rimango convinto – prosegue il dg pometino – che la squadra sia la più attrezzata del girone. Alcune squadre molto sponsorizzate quali Latina e Trapani non stanno giocando un calcio memorabile, subendo spesso le iniziative degli avversari. Noi abbiamo ancora tutte le carte in regola per centrare almeno la zona play off, a patto di tornare a vincere già da domani». 
 
Perentorio e lucido come di consueto il dg Tanzi, che rilancia le quotazioni del Pomezia, a suo modo di vedere la squadra più tecnica del girone. Domani mister Farris potrà tornare a fare affidamento su Andrea Costantini, perno insostituibile, che dovrebbe ripartire dalla panchina. Per quanto riguarda il bollettino medico, la rosa non presenta defezioni, anche se Proietti per un problema al costato e Fatati (influenza) saranno in bilico fino all’ultimo.