Basket/ Virtus vince in scioltezza su Avellino

0
28

 

Roma passa in scioltezza su una Avellino apparsa quanto mai in caduta libera. Grazie ad un ultimo periodo da incorniciare di Charlie Smith, autore di 22 punti negli ultimi otto minuti, i capitolini riescono a superare (80-70) una Air Avellino arrivata a Roma senza quattro giocatori del proprio quintetto, con Troutman e Johnson rimasti a casa, con Dean in borghese e Spinelli in panchina solo per onor di firma, e con un futuro quanto mai incerto dal punto di vista economico.

Ma chi si aspettava una partita a senso unico per i ragazzi di Filipovski è rimasto deluso. I ragazzi allenati da Frank Vitucci hanno infatti onorato l'impegno sino in fondo, mettendo in grossa difficoltà la Lottomatica grazie al- l'orgoglio di chi non ci sta a perdere. Dopo un primo pe- riodo in cui Roma appare in controllo della gara, chiuso per 29-18, gli irpini rispondono con un parziale di 9-0 che permette loro di arrivare sul +1 a metà gara (35-36) e sul +4 a dieci minuti dalla sirena (47-51). Nell'ultimo periodo sale però in cattedra Charlie Smith, nullo fino ad allora, che con 22 punti e cinque triple permette alla Virtus di conquistare i due punti (80-70) ribaltando il -7 di differenza canestri.

«Debbo dare i complimenti ad Avellino per lo spirito messo in campo – ha commentato a fine gara il coach della Virtus Sasa Filipovski -, con la loro zona ci hanno messo in grande difficoltà. Nell'ultimo quarto siamo riusciti a correggere ciò che non andava ed è arrivata la vittoria. Cosa manca? Pazienza e costanza di rendimento». La vittoria di domenica ha portato a 20396 euro il jackpot della campagna "Il basket vede con il cuore", la raccolta fondi che Virtus e Lottomatica hanno iniziato per la costruzione di una ludoteca all'interno dell'Ospedale Bambino Gesù di Roma. Per Roma adesso c'è da finire al meglio l'Eurolega, con la trasferta di domani in casa dell'Olimpia Lubiana.