Nocerina-Atletico Roma 2-1

0
27

La capolista Nocerina si rivela un ostacolo troppo duro per l’Atletico Roma. A Nocera Inferiore i ragazzi allenati da Incocciati escono dal campo con una sconfitta, la quinta consecutiva, e dicono praticamente addio a ogni speranza di primato.  La prima rete è dei campani, che al 27’ trovano l’1-0 con De Liguori che, ricevuto un pallone da Catania, batte imparabilmente Ambrosi. 

Sul finale di tempo l’Atletico reagisce e trova il pari grazie a una punizione dai venti metri di Franchini.  Si va quindi al riposo sul pari. Nella ripresa esce però tutta la superiorità dei padroni di casa che, al 12’ trovano la rete della vittoria con Catania, abile a superare Ambrosi in riuscita e regalare i tre punti alla Nocerina. Un risultato che all’Atletico costa la terza posizione, superato dalla Juve Stabia, con il Benevento impegnato ieri in tarda serata nel posticipo. I risultati della 25° giornata: Barletta-Siracusa  1-0; Benevento-Cosenza post.;  Cavese-Pisa 0-1; Foggia-Gela 2-2; Foligno-Ternana 0-0; Lucchese-Taranto 0-1; Nocerina-Atletico Roma 2-1; Viareggio -Juve Stabia 0-2; Lanciano- Andria 1-0. La classifica: Nocerina 58; Benevento 43; Juve Stabia 41; Atletico Roma 40; Taranto 38; Foggia, Lanciano e Siracusa 35; Lucchese 34; Andria 28; Gela e Ternana 27; Cosenza, Foligno; Pisa, Barletta e Viareggio 26; Cavese 20. 

Venti minuti di completo black-out costringono la Virtus Roma alla sconfitta sul campo della Benetton Treviso. Il PalaVerde di Villorba si rivela un campo stregato per i capitolini, superati di ben 14 punti (86-72) dai biancoverdi guidati dall’ex coach della Virtus Jasmin Repesa.  Con Datome fermato dall’influenza e Gordic e Crosariol in non perfette condizioni fisiche, la squadra di Filipovski regge solamente venti minuti, trascinata da un Charly Smith, che chiuderà con 21 punti a referto, autore di un inizio di gara al limite della perfezione.

Sino alla pausa di metà partita la Lottomatica è in vantaggio per 45-44. Nel momento in cui calano per la Virtus scende il buio e Treviso ne approfitta per mettere a segno il break del +13 difeso sino alla sirena finale.  per metà gara – conferma il tecnico della Virtus Sasa Filipovski – non possiamo pensare di vincere. Noi siamo riusciti a fare bene solamente nella prima parte e, quando è calata l’intensità, soprattutto in difesa, siamo crollati. Come giudico le prestazioni a livello individuale? Non mi piace parlare dei singoli, io valuto il rendimento generale della squadra e come squadra non abbiamo giocato una buona partita».  Giovedì ultimo impegno europeo per i giallorossi, che ricevono il Maccabi Tel Aviv. Il risultato di Treviso porta a 20.684 euro il jackpot della campagna “Il basket vede con il cuore”, organizzata da Virtus e Lottomatica per l’ospedale Bambin Gesù. 

 

pp