La Canottieri Lazio supera i quarti

0
52

 

Reggiana-Potenza è la prima semifinale della Final Eight di Coppa Italia di serie B, che si sta disputando alla Futsal Arena di Tor di Quinto a Roma. Una competizione subito amara per il Palestrina di Luca Giampaolo uscito nei quarti proprio contro la Reggiana. I prenestini  non partono nel migliore dei modi, ma anche se un po’ contratti hanno un paio di occasioni con Ottoni, ma la Reggiana fa buona guardia. Poi quasi al 12’ di gioco Gioia si ritrova sulla traiettoria del tiro di Brex e devia in porta per il vantaggio della squadra di Dell’Olio. Palestrina poco concreto, ne approfitta la Reggiana che raddoppia con Barelli al quarto d’ora.  
 
Sprecano una grossa chance gli emiliani, prima del palo colpito da Monteiro. Nella ripresa Palestrina più aggressivo e in costante pressing, ma la squadra di Giampaolo non è fortunata e insacca all’8’ la rete del 3-0 di Barelli, mentre poco dopo Tonello colpisce il palo. Gli arancioverdi vacillano ma non mollano, e provano la carta del portiere di movimento. Gioia prende il posto di Maresca e arriva la rete di Marcel Simon che accorcia le distanze (10’), ma dopo due minuti è tutto da rifare con il poker della Reggiana siglato da Dudu. Il Palestrina spinge ancora e al 15’ ancora Marcelo Simon riporta i suoi in gioco. Il 4-2 dà speranze al Palestrina, ma al suono della sirena il risultato spegne ogni possibilità di proseguire la competizione. Amaro il commento del goleador prenestino: «Nelle partite secche gli episodi fanno la differenza – dice Marcel Simon -, noi abbiamo creato tanto, ma non abbiamo segnato. La Reggiana in questo è stata più cinica, ha sfruttato al meglio le poche occasioni avute. Probabilmente hanno anche difeso meglio di quanto abbiamo fatto noi».
 
Nell’altra semifinale il Potenza ha superato ai rigori il Gorizia per 9-8, dopo che i tempi supplementari si erano chiusi sul 4-4. Una gara emozionante fino alla fine. Dominio della CanottieriLazio, padrona di casa, nel terzo quarto in programma alla Futsal Arena. Sul Toniolo Milano, i romani di Ripesi già in vantaggio per 3-0 alla fine del primo tempo  con le reti di Leonaldi (7’), Giustozzi (11’) e Romano (18’), con Miarelli che ha parato anche un rigore calciato da Mendes al 12’. Nella ripresa ancora a segno la Canottieri con Bertoni (3’), poi Pisante per il Toniolo accorcia le distanza, ma un gran gol di Junior e la ripartenza di Gimenez (deviazione decisiva di Zangara) mettono la parola fine all’incontro (6-2, a chiudere il gol inutile di Zaninetti). L’ultimo quarto Monturano-Scafati è iniziato alle ore 21 (al momento di andare in stampa non si conosce il risultato finale). 
 
Gianna De Santis