Frascati rischia di perdere la sua Lupa

0
27

Che futuro attende la Lupa Frascati? La domanda rimbalza nel mondo calcistico cittadino e regionale. La fusione con il Monterotondo è data per fatta, ma reale è, di fatto, solo il cambio di denominazione della società eretina che al culmine di uno scontro infinito tra il patron Fabio della Longa e il sindaco Mauro Alessandri ha scelto di diventare ufficialmente “Monterotondo Lupa”. Se poi dovesse spuntare una soluzione dell’ultima ora, la scomoda appendice “Lupa” cadrebbe istantaneamente e nulla resterebbe di questa curiosa parentesi estiva.  Sul versante frascatano le cose sono molto più complicate: l’ipotesi di una società che alla fine possa trovarsi spaccata su due fronti è più che plausibile. Dovesse andare a buon fine, come anche da terze parti si dice, la domanda (in via di presentazione) per il ripescaggio in D, la Lupa (ma quale Lupa?) si troverebbe nella curiosa posizione di avere tra le mani addirittura due titoli di interregionale. Considerazione questa che rende una certezza il fatto che tra Della Longa e Ricci (presidente della Lupa Frascati) la firma non sia ancora arrivata. Il pericolo è però dietro l’angolo: nella complessa e variegata operazione in corso potrebbe ancora accadere tutto e il suo contrario.  

L’arrivo integrale del gruppo di Monterotondo a Frascati è tutt’altro che scontato ma possibile: l’ombra del dg Fabio Appetiti, vecchia conoscenza di entrambe le società, appare come una di quelle accreditate a tessere una trama ancora intricata. Nel frattempo chi sta lavorando alla squadra del prossimo anno? Per quale categoria? La verità è che se alla fine a quadrare saranno solo i conti di una parte della società, Frascati rischia seriamente di perdere la sua Lupa magari destinata a giocare in Seconda divisione (C2) con una curiosa casacca mista giallorossoblu al “Francesca Gianni” di Roma. Così dopo aver visto negli ultimi due anni la propria scuola calcio giocare con i colori del Milan, senza portare sulla maglia alcun riferimento alla storica società di via Conti di Tuscolo, la Lupa potrebbe perdersi del tutto e perdere anche l’ultima identità. Quella di un legame con Frascati che nonostante una relativa disaffezione dei tifosi non è mai cessato d’essere. Frascati è già passata, trent’anni fa, per le Forche Caudine della tabula rasa calcistica. E qualcuno, in questo caso, dovrà risponderne.

cinque