Atletico Roma, sono giorni decisivi

0
22

Sono momenti di attesa in casa Atletico Roma. A pochi giorni dalla chiusura delle iscrizioni nel campionato di Prima Divisione le notizie che arrivano dalla dirigenza capitolina sono poche e assai confuse. La giornata di ieri sembrava essere quella giusta per avere delucidazioni sul futuro della “terza squadra della capitale”, ma ancora una volta la società, contattata telefonicamente più volte, ha rimandato ogni comunicazione al momento in cui verrà formalizzata l’iscrizione al campionato. Un’iscrizione quanto mai in dubbio quella dei biancoblu. I problemi fondamentali sono di natura economica. Secondo le ultime notizie circolate in questi giorni, la Covisoc infatti lamenta la mancanza di una serie di garanzie.  Ad aggravare la situazione c’è la nota dolente del campo di gioco. Con l’abbandono dello stadio Flaminio si prospettava l’idea di lasciare la capitale. La prima soluzione, quella di Marino, si è ormai arenata proprio per la difficile situazione economica della squadra. Altra ipotesi che resta ancora in ballo è quella di disputare il campionato a Pomezia (la più probabile).

Al momento però il futuro della squadra della famiglia Ciaccia appare alquanto nebuloso.  Le ultime novità riguardano soprattutto il mercato in uscita. Sicuramente non sarà più a disposizione della squadra capitolina Daniel Ciofani. La punta, miglior marcatore della squadra, era infatti in comproprietà con il Parma. La società emiliana ha riscattato l’ex numero nove dell’Atletico, girandolo poi al Gubbio. Altro giocatore in comproprietà con il Parma era Alessio Tombesi, che nella prossima stagione vestirà la casacca del Ravenna. Al Taranto invece dovrebbe andare la punta Raffaele Franchini. A dare l’addio anche Miglietta, Ambrosi, Mazzeo, Padella e Balzano. Novità importanti anche per un ex prodotto del vivaio della Cisco Roma, Andrea Mazzarani, fratello del difensore Francesco, a cui si aprono le porte della serie A. Dopo l’esperienza con il Modena per Mazzarani, giocatore di proprietà dell’Udinese, è arrivata l’occasione di calcare i campi della massima serie con la neo-promossa Novara. 

 Paolo Pizzi