Frascati Scherma, per Salvatori e Aspromonte doppio oro a squadre

0
32

«Luci e ombre». Così il presidente del Frascati Scherma Paolo Molinari commenta la prestazione complessiva dei due fiorettisti tesserati per il sodalizio tuscolano, Ilaria Salvatori e Valerio Aspromonte, che hanno partecipato agli Europei di Sheffield (Inghilterra). «Nella prova a squadre ovviamente – sottolinea il massimo dirigente – non potevamo aspettarci di meglio, ma d'altronde le due squadre italiane di fioretto erano anche le favorite per il titolo quindi gli ori ottenuti da Ilaria e Valerio e dai loro compagni non hanno "sorpreso" più di tanto. Le ombre hanno riguardato le prove individuali dei due frascatani.

«Valerio è stato decisamente sotto tono – commenta Molinari -, indubbiamente un segnale che qualcosa da correggere c'è la sua prematura eliminazione. Per quanto riguarda Ilaria, eliminata agli ottavi, c'è stato rammarico perché l'avversaria era sicuramente alla sua portata tanto che la nostra atleta ha condotto a lungo l'assalto e poi perché c'era la sensazione che potesse arrivare a medaglia. Di positivo c'è stato comunque il miglioramento nel ranking mondiale individuale che ora la vede al sesto posto». Agli Europei va ricordata anche la doppia grande soddisfazione ottenuta dal maestro Lucio Landi, che ha fatto parte, come ormai da tempo, dello staff azzurro della sciabola: sia gli uomini che le donne hanno vinto l'oro e un po' di merito, evidentemente, va attribuito anche al preparato maestro frascatano.
 
L'appuntamento continentale era l'ultimo ufficiale prima della (breve) pausa estiva: già si guarda ai mondiali di ottobre che si terranno a Catania anche se in settimana un'altra grande doppia notizia ha confermato la dimensione internazionale del Frascati Scherma. Luca Simoncelli, infatti, ha vinto l'oro nel fioretto maschile alle Olimpiadi militari di scena a Rio de Janeiro (Brasile) e la sua compagna di club Carolina Erba ha ottenuto il bronzo nella prova femminile. Da segnalare anche i buoni piazzamenti nella sciabola femminile di Francesca Buccione (sesta) e Livia Stagni (nona).