Frascati e Colleferro con il vento in poppa

0
28

In cerca di riscatto. Dopo sole due giornate dal “via” del campionato, le formazioni romane impegnate nel girone 4 vogliono incrementare il loro bottino di punti per migliorare l’andamento in chiaroscuro che ha caratterizzato il loro avvio. Chi sta meglio di tutte è indubbiamente il Colleferro, ma la formazione rossonera si morde le mani per non aver saputo approfittare nel migliore dei modi del match contro la Primavera, che poteva valere il primato solitario in classifica (14-12 il finale per i capitolini). La squadra casilina è ora attesa dalla sfida interna contro il Palermo, non certo un ostacolo insormontabile ma una formazione di cui nutrire comunque grande rispetto, soprattutto se la coppia di mediani composta da Lenz e Cekrezi non dovesse farcela a recuperare in tempo utile.  

Chi viaggia con il vento in poppa è il Frascati, che dopo lo scivolone del primo turno si è prontamente rialzato regolando la Partenope per 21-17: il match di domenica prossima contro il Gran Sasso acquista quindi di diritto la copertina della giornata. Gli abruzzesi sono un osso durissimo tra le mura amiche, ma la formazione giallorossa ha dimostrato di non aver smarrito quei valori che hanno caratterizzato gli ultimi, entusiasmanti campionati. Tanta fame di punti per la Neroniana Anzio, frenata in classifica dall’ormai nota penalizzazione ma decisa a recuperare in fretta il terreno perduto. Il match sul terreno della claudicante Partenope nasconde parecchie insidie, soprattutto per la prevedibile voglia di rivalsa dei padroni di casa, ma la formazione marittima viaggia con il morale a mille per aver ritrovato la via del successo nella trasferta di domenica scorsa sul campo del Segni, risoltasi con uno spettacolare 27-31.  Proprio la compagine lepina sembra essere quella più in difficoltà in queste prime battute del campionato: due sconfitte sue due gare e la miseria di appena tre punti conquistati, con quel -5 in classifica che pesa quanto un macigno appeso al collo.

La sfida sul campo dell’Amatori Messina assume così già un’importanza capitale. «Purtroppo stiamo facendo più fatica del previsto – commenta coach Colaiacomo –. Il fardello della penalizzazione in classifica costituisce un gap rilevante soprattutto dal punto di vista psicologico, la voglia di riscatto ad ogni modo è tanta e proveremo a invertire la tendenza già nel match di domenica prossima. Andremo in Sicilia per fare la nostra gara, nella speranza che il campo questa volta dia un responso diverso rispetto al recente passato». 

 Edoardo Ebolito