Cs Futsal Isola, un weekend da prendere con le molle

0
18

Avanti con il triplete. La Futsal Isola c’ha preso gusto. Tre vittorie su tre: prima squadra, juniores, under 21. Secondo weekend da sogno incorniciato da Lattanzi e Sannino. Loro non si fanno illusioni: la società ha lavorato bene, le squadre sono attrezzate e fanno punti, ma se si pensa di aver già vinto allora meglio lasciar stare. Un monito che il diesse Enrico Segantini ha lanciato a tutto l’ambiente: “I risultati parlano chiaro, ma non bisogna mollare. Le formazioni in C1, nella juniores e nell’U21 sono tutte molto forti, il rischio è sempre dietro l’angolo. Non bisogna avere cali di tensione”. Tema ripreso ieri anche dal vicepresidente Poggio che ha inviato a tutti l’ordine di scuderia: “Rimanere concentrati e metterci sempre il cuore”. Allegandolo a un auspicio rivolto a tutti i supporters: “In questo primo scorcio di stagione sui campi si sono sentiti troppi insulti. Beccare Robinson, Guerra, Verrone o Arribas solo perché stranieri, dispiace. Dispiace perché sono bravi ragazzi e non lo meritano. Il Futsal è lo sport più bello del mondo. Forse dovremmo prendere esempio dai giocatori e fare anche noi la nostra parte per regalare una cornice di pubblico sempre all’altezza dello spettacolo offerto in campo”.

Anche stavolta non sarà facile. La juniores è attesa da un tris terribile: venerdì l’Olimpica in casa (calcio d’inizio alle 19), poi il drbyssimo con la Finplanet fuori e Lazio in anticipo mercoledì 9 novembre, nuovamente al PalaDanubio. “Ci sarà da divertirsi – ammette Sannino -. Sono curioso di vedere i ragazzi all’opera, sono tre sfide delicatissime”. Due vittorie nelle prime due partite, un bel biglietto da visita per la juniores: Sannino però predica calma: “Non sarà sempre così, e noi dovremo essere bravi. Non bisogna esaltarsi troppo quando le cose vanno bene, né deprimersi dopo uno scivolone. Questi tre match ci diranno di che pasta siamo fatti”. Dopo la Simald, altra sfida tosta in C1. Al PalaDanubio sabato scende l’Olimpica. Una bella gatta da pelare per la banda Lattanzi sabato. “È un’ottima formazione – spiega Segantini -. Hanno avuto qualche infortunio di troppo ma non bisogna fidarsi, vorranno fare bene. Noi dovremo giocare come sappiamo e metterci la testa per continuare a inseguire l’Artena”. Infine l’Under 21. Il calendario dice Lazio Calcetto. “Arrivano da due pareggi consecutivi – spiega Sannino –. Giocheranno per vincere. Noi naturalmente ce la metteremo tutta per rendergli la vita difficile. L’obiettivo? Questa squadra può arrivare nei play off”.

Tredici gol la juniores, otto l’Under 21. Sannino sa di avere tra le mani un’alchimia che altri difficilmente possiedono. Lui gongola ma non si monta la testa: “Il lavoro che facciamo in settimana comincia a vedersi. La palla gira, gli schemi ci sono e la condizione è buona”. Merito anche di quel Giacomo Bizzarri che sta aiutando non poco Ciro Sannino: “Ringrazio la società per avermi affiancato un preparatore atletico come Giacomo. Ci sta dando una grossa mano. Nei secondi tempi voliamo. E questo è un gran segnale. Il gruppo è unito, abbiamo due dirigenti che ci seguono ovunque, Paradiso e Martinelli. Sono tutte cose che ci aiutano a fare bene. L’Under 21? Non mi aspettavo questa buona partenza. Siamo sotto la media come età, ma non dobbiamo montarci la testa e continuare a lavorare, inserendo magari qualche accorgimento”.