Arriva l’Augusta, la Lazio si scalda

0
17

La Lazio comincia a studiare le mosse per battere l’Augusta nel match in programma sabato alle ore 18 al PalaRomboli di Colleferro, ma intanto si gode anche la convocazione a sorpresa del giovane portiere David Patrizi. Il n.1 della Lazio, infatti, è stato chiamato dal ct Menichelli per lo stage azzurro che si concluderà oggi a Manzano del Friuli. Una bella soddisfazione per lui e per la società. «Se la merita tutta – esulta il presidente Mennella –, sono molto contento. David è innanzitutto una bravissima persona, un professionista che lavora tutti i giorni seriamente, mettendoci sempre tanto impegno per farsi trovare pronto alla chiamata del mister. A Montesilvano ha giocato molto bene, ma non è la prima volta che si esprime a certi livelli. Mi faccio portavoce del pensiero di tutta quanta la società, che esprime il suo più grande compiacimento per la chiamata in azzurro di David Patrizi».

Quando Patrizi rientrerà in rosa si metterà a disposizione del tecnico Daniele D’Orto per preparare la sfida con i siciliani, sfida in cui il mister biancoceleste non potrà schierare Vinicius Bacaro che è stato squalificato. Ma non dovrebbe essere un problema insormontabile, perchè l’Augusta fino a questo momento è ben lontana dai fasti conosciuti nelle annate precedente. Mentre la Lazio dopo aver sbancato per 3- 2 il palazzetto del Montesilvano è salita a quota 16 punti in classifica, dietro alle due capolista Marca e Luparense a quota 19, l’Augusta è ferma ancora a quota 3 punti, ed è relegata in fondo alla classifica. Una formazione come quella biancoceleste che punta al vertice non può certo farsi spaventare da una formazione siciliana in difficoltà. Per di più la Lazio deve cercare in casa la rivincita, dopo aver ceduto fra le mura amiche alla Luparense. Ma è proprio in casa che la squadra deve trovare continuità di risultati, perchè su tre gare giocate al PalaRomboli i biancocelesti hanno incassato una vittoria, un pareggio e una sconfitta; trovando invece in trasferte ben quattro vittorie consecutive.

Un ottimo ruolino di marcia dopo sette gare, ma alla Lazio servono naturalmente i tre punti pieni soprattutto nelle sfide casalinghe.  Guai quindi a farsi distrarre dalla classifica, o a sottovalutare l’avversario di turno. Al PalaRomboli sabato bisognerà trovare una vittoria per continuare a restare attaccati al treno delle due battistrada e per mantenere un certo distacco dalle inseguitrici. Putignano e Asti sono a quota 13, Montesilvano è fermo a 12, ma sono valori che dopo appena sette giornate possono solo essere indicativi e non definitivi.  Bacaro sarà indisponibile, Patrizi rientrerà galvanizzato dall’esperienza azzurra e mister D’Orto potrebbe approfittare dell’occasione per dare spazio agli altri giocatori della rosa.