Show a Genzano: il derby è del Marino

0
25

Una di quelle partite che riconciliano con il calcio, con lo sport e che dimostrano che i dilettanti possono divertire. E molto. Quello tra Cynthia e Marino è stato un derby vero, ma soprattutto una sfida tra due grandi squadre: hanno vinto i biancocelesti, ma solo perché la buona sorte alla fine ha scelto di premiare chi – senza mai mollare e forse con un pizzico di convinzione in più – ha inseguito per tutta la partita.  

Pronti, via e la Cynthia segna con Tommaso De Angelis (il migliore dei suoi). Paolacci rimette le cose a posto al 19’, ma Mammetti non ci sta e fulmina Manfredonia con una rasoiata di precisione nel giro di 60”. Girandola finita? Macché: al 33’ Angelilli spara una bordata dal centro dell’area per il 2-2, ma già al 5’ della ripresa la Cynthia torna avanti ancora grazie a baby De Angelis. Quando tutto sembra quasi compiuto ecco il finale choc: all’84’ Paolacci sfrutta l’ennesima indecisione difensiva di Romaggioli e realizza il 3-3 e quattro minuti dopo è proprio il centrale difensivo con la gamba allungata a battere beffardamente Boccolini. E’ stato il festival delle distrazioni difensive, ma che partita!  «Per quanto visto in campo – commenta il tecnico genzanese Scarfini – ci sarebbe stato stretto anche il pareggio. La squadra comunque c’è ed è un gruppo importante, ci rifaremo subito».

Euforia in casa marinese. «Siamo molto soddisfatti della squadra – dicono i debuttanti Stefano De Angelis e Angelo Rinaldi che sette giorni fa hanno rilevato Mobili in panchina – non ci siamo mai abbattuti, dimostrando di rimanere in partita fino alla fine nonostante ci fossimo trovati in svantaggio per ben tre volte. Questo dimostra carattere e voglia di vincere, qualità che i ragazzi hanno messo in evidenza con molta determinazione». Per il Marino il quarto posto è a un solo punto.

Marco Caroni