As Roma. Fiorentino: contatti in Asia, con la crisi non si investe in Italia

0
30

Che Unicredit voglia vendere il 20% della holding di controllo della As Roma è ormai cosa nota. Che abbia preso contatti in Asia lo si era appurato dalle dichiarazioni del vice direttore generale di Unicredit, Paolo Fiorentino, qualche tempo fa. 

Ma anche uno tra i primi gruppi di credito europei e mondiali come Unicredit deve fare i conti con la crisi che sta imperversando nel Belpaese. A spiegare la situazione è sempre il vice direttore generale della banca di Piazza Cordusio, socia al 40% a fianco degli americani guidati da Thomas DiBenedetto, che detengono il 60%.: “il problema è che in questo momento in Italia non si investe”. “Abbiamo dei contatti ma il problema è che ora non è proprio il massimo della vita investire in Italia – ha spiegato Fiorentino – Se dovessi disegnare un profilo ideale di investitore per la Roma, vorrei qualcuno che ha interessi in Asia”.

In base agli accordi stipulati la scorsa estate, Unicredit ha facoltà di cedere il 20% della sua quota a un investitore con un’operazione che mira a individuare un partner forte che possa aiutare la cordata americana a costruire il nuovo stadio del club giallorosso.